diredonna network
logo
Stai leggendo: 5 consigli per iniziare con successo l’anno scolastico

5 consigli per iniziare con successo l'anno scolastico

Ancora poche settimane e la scuola comincerà di nuovo: siete già pronte ed organizzate oppure non sapete ancora come gestirvi? Noi abbiamo messo insieme alcuni piccoli consigli per aiutarvi a pianificare il ritorno a scuola e tutte le attività connesse!

Uno dei più importanti aspetti in qualità di genitori è garantire ai figli una buona educazione. La scuola è un posto dove tuo figlio non solo acquisisce conoscenze come la lettura e la scrittura ma anche circa l’amicizia, la responsabilità e la correttezza. Per farla breve, la scuola è il banco di prova per la vita nel mondo reale e tuo figlio ha bisogno di aiuto per uscirne indenne!

Se hai un figlio in prima e uno in quarta, ad uno piace suonare la chitarra e all’altro giocare a calcio, allora devi pensare a come riuscire a trovare un bilanciamento tra le attività scolastiche e quelle extrascolastiche di tutti senza trascurare il tuo (eventuale) lavoro e le tue attività!
È meglio dare sin da subito una visione d’insieme a quelli che saranno tutti gli impegni e, una volta ben definito il quadro generale, devi chiederti come puoi imbastire una routine che soddisfi i bisogni di tutti (inclusi i tuoi). Decidi sin dall’inizio dell’anno scolastico quali saranno le attività che potranno essere svolte e quelle che non riusciranno a combaciare con orari ed impegni già presi. Uno dei più grandi problemi sono l’eccesso di attività: evita se riesci!

Ora che sai quali sono le attività che verranno svolte regolarmente, cerca di capire come riuscirai a farle combaciare con i compiti cerca di inserirli in slot precisi e ricorrenti, senza mai trascurarli. Indipendentemente che vengano assegnati o meno, è giusto che ogni giorno tuo figlio dedichi un tot. di tempo esclusivamente ai compiti scolastici (sia che vengano commissionati dagli insegnanti che dai genitori, come forma extra in periodi di particolari calma). Definisci poi a che ora sarà la cena, possibilmente fissa un’orario e rispettalo tutti i giorni. Prima di servire la cena aspetta inoltre che siano tutti presenti (anche quelli più impegnati).
Non adottare la filosofia del “mangiare strada facendo“, consumare il pasto in auto per arrivare in tempo agli appuntamenti/impegni equivale ad avere troppe cose da fare e quindi ad una falla nella pianificazione!

Se non dormono abbastanza, i bambini e i ragazzi, tendono ad ammalarsi e ciò significa dover stare a casa da scuola e -quindi-rimanere indietro con l’educazione. Evita questi problemi fissando un’orario specifico in cui andare a letto. Secondo le più recenti ricerche i bambini e i ragazzi dovrebbero dormire tra le 10 e le 12 ore ogni notte (considerando extra i 10-20 minuti extra che servono per farli addormentare). Stando a questi requisiti, tuo figlio non dovrebbe andare a letto più tardi delle 20,30/21,00. I vantaggi sono che, con abbastanza sonno, l’apprendimento e il comportamento migliorano notevolmente!

Amiamo tutti la TV, Abbiamo amato i cartoni da bambini e probabilmente li amiamo ancora, insieme a serie tv, reality e film. Ma fai attenzione a non usare la tv come unica forma di intrattenimento; i bambini infatti non sanno come moderare il loro tempo passato davanti a questa scatola magica e, quindi, hanno bisogno del vostro aiuto per fare le giuste scelte e limitare il tempo passato di fronte alla tv. I bambini imparano meglio quando sono coinvolti in quello che stanno facendo: leggere, disegnare, esplorare, costruire, giocare…sono tutte cose fondamentali mentre si cresce. Assicuratevi insomma che facciano un po’ di tutto!

Le ricerche dimostrano che uno le possibilità di avere un buon successo a scuola aumentano a seconda di quanto lo studente legge. Quando i genitori chiedono agli insegnanti cosa dovrebbero fare per aiutare i figli ad imparare la risposta che ricevono è quasi sempre “fategli leggere un libro!“. I libri, infatti, non solo aprono un nuovo mondo di idee per i bambini, ma aumentano anche il loro dizionario, migliorano la loro memoria e fanno crescere l’immaginazione insegnandogli preziosi concetti. Il tempo speso nella lettura è un investimento per il loro futuro.

Al giorno d’oggi crescere un figlio richiede veramente un notevole impegno; troppo spesso infatti i genitori si trovano a fare i salti mortali per farcela da soli. Se vivi vicino a nonni o zii chiedi se possono aiutare in qualche modo, magari per qualche piccola commissione oppure per ritirarlo da scuola/portarlo a calcio e cose del genere.

Molto spesso sono queste piccolezze che, messe assieme, fanno sentire i parenti sopraffatti. Farsi aiutare con questi piccoli impegni da qualche “volontario” ti permetterebbe di guadagnare più tempo per concentrarti sugli aspetti importanti dell’anno scolastico. Se non hai parenti che possono aiutare magari trovi qualche vicino bendisposto!

Questi sono i nostri consigli per iniziare e, si spera, portare a al termine un anno scolastico di successo. Voi avete qualche altro trucco/consiglio da condividere? Ditecelo commentando qui sotto!!!