diredonna network
logo
Stai leggendo: La Cosa Spaventosa Che Potrebbe Succedere Se Si Beve Caffè Prima Di Rimanere Incinta

Cos'è il Lotus Birth e perché i genitori rifiutano il taglio del cordone ombelicale

Caffè in gravidanza: fa davvero male al feto?

Micol Olivieri di nuovo mamma: l'Alice de "I Cesaroni" lo annuncia così

Malata di cancro, sacrifica la sua vita per dare alla luce sua figlia

Fare la madre surrogata può essere un lavoro?

"Ho saltato la pillola e ho avuto un rapporto: sono a rischio gravidanza?"

Si può rimanere incinta subito dopo il periodo mestruale?

4 caffè in gravidanza sono troppi?

"Sono incinta e il mio ragazzo non vuole il bambino: lo tengo lo stesso?"

Giù le mani dal pisellino: cose da non fare nell'igiene del bambino

La Cosa Spaventosa Che Potrebbe Succedere Se Si Beve Caffè Prima Di Rimanere Incinta

Se sognate di allargare la famiglia, sappiate che dovrete rinunciare alla vostra dipendenza da caffeina! A quanto pare un consumo eccessivo di caffè da parte dei futuri mamma e papà può aumentare il rischio di aborto spontaneo.
Fonte: Cosmopolitan.com
Fonte: Cosmopolitan.com

Se siete degli amanti del caffè e state progettando di allargare la famiglia, allora sappiate che dovrete fare i conti con la vostra dipendenza da caffeina! Sembra infatti che bere più di due tazze di caffè al giorno, già nelle settimane che precedono il concepimento, possa compromettere il buon esito della gravidanza.

Bisognerà limitare il consumo giornaliero non soltanto del caffè, ma anche di tutte le bevande che contengono caffeina e questo vale sia per le donne che per gli uomini. Il rischio di un aborto infatti aumenta nelle prime settimane di gestazione.

A dirlo è un nuovo studio scientifico del National Institutes of Health che mette in guardia i futuri mamma e papà: esisterebbe infatti una stretta connessione tra l’eccessivo consumo di caffeina e la probabilità che si verifichi un aborto spontaneo.

I ricercatori hanno inoltre scoperto che il rischio di aborto spontaneo diminuisce sensibilmente nelle donne che assumono quotidianamente gli integratori multivitaminici prima del concepimento e durante i primi mesi di gravidanza.

Ma in che modo il consumo di caffeina può influenzare la gravidanza?

Nello studio nazionale (LIFE), recentemente pubblicato sulla rivista Fertility and Sterility, gli studiosi hanno esaminato la relazione tra la fertilità, lo stile di vita (l’uso di sigarette e il consumo di bevande contenenti caffeina) e l’esposizione a sostanze chimiche ambientali. Lo studio è stato realizzato fra il 2005  e il 2009 su un gruppo composto da 501 persone del Texas e del Michigan che desideravano avere un figlio.

Gli studiosi hanno concentrato le loro ricerche in un periodo di tempo ben preciso: dalle prime settimane che precedono il concepimento alle prime sette settimane di gravidanza. In questo lasso di tempo si è tenuto conto della quantità di caffeina e degli integratori multivitaminici assunti giornalmente.

Al termine dello studio, delle 344 coppie che erano state seguite dai ricercatori, ben 98 gravidanze (pari al 28%) si sono concluse con un aborto spontaneo.

I ricercatori ritengono che la caffeina possa in qualche modo alterare la produzione di ovuli e sperma e quindi interferire negativamente con l’impianto dell’embrione.

Secondo gli scienziati  il rischio di aumento di un aborto spontaneo è di 1,74 se una donna assume più di due dosi al giorno di caffeina. Dal rapporto è emerso anche che il rischio è di 1,73 se ad assumere caffè e bevande contenenti caffeina è l’uomo. Dunque un consumo giornaliero di caffeina da parte di entrambi i genitori può pregiudicare la gravidanza.

Gli autori ritengono inoltre che il rischio di aborto spontaneo aumenta notevolmente nelle donne con un’età superiore ai 35 anni.

A fine studio, è possibile affermare che il rischio di aborto spontaneo diminuisce del 55% nelle donne che sin dalle settimane precedenti il concepimento hanno assunto regolarmente integratori multivitaminici. Inoltre il rischio può ridursi ulteriormente fino al 79%, se le future mamme continueranno ad assumere gli integratori anche durante le prime settimane di gestazione.