diredonna network
logo
Stai leggendo: Clio MakeUp: “Ho pianto per queste smagliature, ma con i ritocchi non siamo migliori”

Clio MakeUp: "Ho pianto per queste smagliature, ma con i ritocchi non siamo migliori"

Clio MakeUp posta su Instagram una sua foto in pancione, e dice: "Ho pianto per le mie smagliature, ma ho scelto di non toglierle con i programmi di editing". Ecco perché.
Fonte: instagram @cliomakeup

Anche Clio Zammatteo, in arte Clio MakeUp, si unisce al coro di neo mamme che portano avanti la battaglia per  l’accettazione del proprio corpo, durante e dopo la gravidanza. Accettazione che parte prima di tutto con l’affrontare serenamente i cambiamenti, inevitabili, che la gestazione comporta sul fisico, pur mettendo in conto anche i momenti di scoramento e di sconforto, che possono essere naturali proprio in virtù della comparsa di smagliature, chili difficili da smaltire o cellulite prima assente.

Non è la sola, la blogger amata per i consigli di bellezza, anzi: diventata mamma della piccola Grace Cloe il 29 luglio 2017, Clio segue altri esempi celebri, come quello di Caterina Balivo, che su Instagram aveva mostrato fieramente il pancione segnato dalle smagliature, o di Michelle Hunziker, che sempre tramite social aveva voluto lanciare un invito alle mamme ad apprezzare il proprio corpo, diverso dopo la maternità.

Anche Clio ha perciò voluto documentare la propria esperienza, usando il suo profilo Instagram, dove è solita condividere non solo consigli di make up, ma anche splendidi momenti intimi della sua vita in famiglia e con la sua bambina.

Questa è l’unica foto che ho del mio pancione– scrive Clio nel post – L’ha fatta Claudio [Midolo, il marito di Clio, ndr.] il 19 luglio , il 21 avrei dovuto partorire ( ma sappiamo che la signorina ha deciso di nascere il 29) . È l’unica foto perché dopo aver visto la quantità di smagliature sulla mia pancia mi sono vergognata e sono andata in camera a piangere… non ho mai avuto la pelle elastica ma fino all’ottavo mese sembrava esser tutto sotto controllo, poi al nono mese sono arrivate all’improvviso”.

Una problematica comune, quella delle smagliature, a cui spesso non possono porre rimedio neppure oli e creme, ma solo una buona dose di fortuna e un’ottima base genetica. Clio, però, dopo essersi inizialmente fatta prendere dal panico nel vedere quelle piccole linee sul suo pancione, ha ragionato su un altro aspetto: avrebbe potuto rimuoverle con un programma di modifica delle immagini, ma ha scelto di non farlo. Perché?

Avrei potuto editare la foto, sarebbero bastati 2 minuti per eliminarle ma ho deciso di non farlo – spiega nella continuazione del post – Non siamo perfetti, mai lo saremo ma possiamo ogni giorno provare a migliorarci … e con questo intendo dire che è sì importante lavorare al nostro fisico, ma per prima cosa bisogna lavorare al nostro essere. Far crescere con dei valori i figli, aiutare il prossimo, mettere impegno e passione nel lavoro, esser gentili, generosi…  sono tante le cose belle nelle quali possiamo impegnarci e sono queste le cose che ci rendono persone migliori… non i ritocchi alle fotografie. Ragazze forza , amiamoci e amiamo di più!!!!”

Un bel messaggio per chi si lascia mettere in crisi dai cambiamenti della gravidanza, e non è un caso che sempre più mamme colgano l’occasione per ribadirlo. In fondo, vivere la maternità significa lasciarsi cullare da emozioni diverse, dalla curiosità, dall’attesa di incontrare il bambino che hai portato nove mesi in grembo, dalla gioia e, perché no, anche dalle naturali paure di chi vive per la prima volta questa esperienza. E non possono essere certo due smagliature, o un po’di cellulite, a impedirci di godere questi momenti al massimo.