diredonna network
logo
Stai leggendo: Come Gestire i Primi Incontri tra un Neonato e l’Animale Domestico

La bambina cresce abbastanza?

Quanto costa una baby sitter?

Perché i pediatri dicono no a dieta vegana e vegetariana per i bambini

Giù le mani dal pisellino: cose da non fare nell'igiene del bambino

"Ecco le 10 cose che ho imparato dalla morte di mio figlio"

Che cos'è la fontanella del neonato?

EJ: il bambino nato in auto con il sacco amniotico integro

Quando si chiude la fontanella nel neonato?

È possibile avere il ciclo in gravidanza?

Sapete cos'è la nidazione?

Come Gestire i Primi Incontri tra un Neonato e l'Animale Domestico

In molte famiglie bisogna fare delle presentazioni importanti con l'arrivo di un neonato. Ecco come gestire al meglio l'incontro tra l'animale domestico e il nuovo cucciolo umano.
(foto: Web)
(foto: Web)

In molte case succede di dover presentare al cucciolo di casa, quello peloso, un nuovo membro umano della famiglia e non sempre è una cosa semplice.
Anche gli animali soffrono di gelosia e inoltre anche per i padroni che per anni hanno convissuto con un animale sono impreparati a dover dividere le attenzioni.
È importante iniziare piano piano quest’introduzione.

1- Abitua l’animale ai bambini e a tutto ciò che li riguarda

Istintivamente gli animali si adeguano velocemente ai bambini, devono solo imparare come comportarsi. Per questo è necessario dare un aiuto all’animale prima del nuovo arrivo.
Invita per esempio amici con bambini a casa, acquista un bambolotto a forma di neonato e fai delle prove, come se fosse un bambino vero.
Utilizza delle registrazioni di pianti e risate per abituare il cucciolo.
Nomina spesso il bambino in presenza dell’animale.

2- Corso di formazione

Molti educatori canini offrono corsi di formazione per aiutare gli animali domestici all’arrivo di un bambino in casa. Se non riuscite a trovarne uno così specifico, iscrivete comunque il cane ad un corso di portamento, per la formazione generale.
Gli animali educati meglio si adattano più velocemente a qualsiasi nuovo evento.

(foto: Tumblr)
(foto: Tumblr)

3- Chiama il veterinario

Prima dell’arrivo del bambino è l’ideale portare il cucciolo ad un controllo approfondito.
Una visita potrebbe evitare problemi di allergie, parassiti o altri problemi. Potrebbe essere importante parlare di un’eventuale sterilizzazione. La sterilizzazione rende infatti gli animali più sani ed educati.

4- Confini

Se non avete intenzione di lasciare che il vostro animale domestico entri nella stanza del bambino, iniziate a mettere alcune barriere prima del suo arrivo.
Meglio ancora se l’animale non ha mai avuto accesso alla stanza del nascituro.
La barriera che si crea è meglio metterla scura, in modo tale che l’animale la percepisca come una vera e propria porta e non si senta isolato guardando dall’altra parte.

(foto: Tumblr)
(foto: Tumblr)

5- Coccole un po’ più dure

I bambini piccoli non hanno la capacità di dosare le proprie azioni. Si dilettano a fare un po’ di tutto, a urlare nelle orecchie, tirare i capelli e via dicendo… mentre le persone apprezzano tutto questo nei bambini, per gli animali è un po’ più difficile.
I bambini tendono a toccare gli animali sul viso, a tirare la coda e via dicendo.

Per questo bisogna abituare il proprio animale a delle coccole un po’ più ruvide.
E pian piano essere sempre presenti agli incontri tra il cucciolo umano e quello peloso.

6- Una volta che il bambino è nato…

Molti nuovi genitori portano il bambino a casa avvolto in una coperta e avvicinandolo al cucciolo. Questo può aiutare l’animale ad abituarsi al profumo del bambino in modo graduale.

È necessario che il cucciolo a 4zampe non si senta lasciato fuori. Cercate poi di avvicinarli, facendo in modo che l’animale veda nel piccolo un nuovo amico e non la concorrenza. Sforzatevi di fare capire al vostro animale domestico che è ancora importante, essenziale per l’equilibrio della casa.
Più felice sarà il vostro animale domestico, più facilmente andrà d’accordo con il bambino.

E buona fortuna!