diredonna network
logo
Stai leggendo: 6 Modi (Più o Meno) Infallibili per Far Smettere di Piangere Tuo Figlio

I 21 indovinelli per bambini più divertenti

Prepara i biscotti per la scuola con il latte materno: le reazioni del web

Sport in gravidanza: si può fare?

"Avrà un bimbo da sola": storie di italiane single all'estero per avere un figlio

"10 cose che voglio che mia figlia sappia sul suo corpo"

Mola vescicolare, che cos'è, sintomi e cause

Maternità facoltativa: come e perché richiederla

La reazione di questo papà alla nascita del figlio è epica

Essere 'matrigna': "Sono non-madre della figlia di un'altra ed è meraviglioso"

L'altra faccia della discriminazione: "Noi donne senza figli, lavoratrici di serie B"

6 Modi (Più o Meno) Infallibili per Far Smettere di Piangere Tuo Figlio

Il pianto dei neonati a volte è davvero stressante e le mamme non sanno bene come comportarsi per farli smettere. In questo articolo vi diamo qualche consiglio per tranquillizzare i vostri piccoli.
Fonte: web
Fonte: web

I bambini e il loro sorriso sono la cosa più bella del mondo e le mamme lo sanno bene. Una mamma per il sorriso del il suo bambino sarebbe disposta a fare qualsiasi cosa, compreso svaligiare un negozio di giocattoli oppure vagare per la casa saltellando solo per sentire le sue risate.

Ma purtroppo (o com’è giusto che sia) i neonati non sempre ridono o sorridono, ma, anzi, molto spesso piangono: perché hanno fame, perché si sentono soli, perché hanno il pannolino sporco, perché si sono fatti male, perché non ti vedono più vicino a loro. Se il pianto dei bambini può essere fastidioso per degli estranei, per le loro mamme rappresenta una sorta di vortice nel quale vengono risucchiate e dal quale a volte non riescono ad uscire, tra dispiacere e stress annessi. Nonostante in tanti tra parenti e amici dicano che i bimbi ogni tanto vanno lasciati piangere, una mamma dopo solo cinque minuti in cui vede le lacrime del suo piccolo, ma soprattutto sente le sue urla stridule e cocciute, non ne può più e vuole solo ripristinare un po’ di calma e silenzio.

Ogni bambino e ogni mamma sono fatti a modo loro, ma ci sono delle tecniche più o meno efficaci per far cessare le lacrime e garantire qualche attimo di tranquillità. Ecco di cosa stiamo parlando:

1. Prenderli in braccio

Fonte: web
Fonte: web

Certo, che i bambini piangano per essere presi in abbraccio è risaputo. A volte non c’è nient’altro da fare: infatti, i neonati, quando non hanno altre esigenze come mangiare, cercano il contatto con la mamma per sentirsi al sicuro; per loro essere al di fuori del grembo materno dopo nove mesi trascorsi lì è abbastanza traumatico, soprattutto nei primi tempi. L’ideale è metterli con la testa appoggiata al proprio petto, per far sentire il battiti del cuore, come avveniva nella pancia.

2. Phon!

Fonte: web
Fonte: web

A volte basta accendere il phon per qualche minuto e il pianto del nostro piccolo si calma all’improvviso. Questo è dovuto al fatto che il phon, o anche il ventilatore, l’aspirapolvere o il motore dell’automobile, produce il così detto “rumore bianco“, simile a quello che i neonati sentono nella pancia della mamma, ed è capace di rilassarli, calmarli e anche farli addormentare.

3. La musica

Fonte: web
Fonte: web

La musica ha il potere di catturare l’attenzione dei bambini. Quando stanno piangendo e si disperano far loro ascoltare della musica è un modo per farli tranquillizzare. Ovviamente le ninna nanne e le canzoni con una melodia dolce sono quelle più efficaci, in particolare se cantante dalla voce della mamma o del papà.

4. Creare distrazioni

Fonte: web
Fonte: web

In alcuni casi per far cessare il pianto dei neonati si deve creare qualche distrazione che riesca a calamitare la loro attenzione e quindi a distoglierli da qualsiasi malessere che crea in loro disagio. Una tattica può essere quella di far vedere loro dei giochi diversi oppure di metterli davanti a un cane o a un gatto, se ne possedete: niente cattura l’attenzione di un bambino come un animale!

5. Una passeggiata

Fonte: web
Fonte: web

I bambini piangono anche perché sono annoiati e fare una passeggiata all’aria aperta è una buona idea: al bambino fa bene uscire  e anche a voi, perché in questo modo vi allontanate per un quarto d’ora dal caos in cui inevitabilmente la vostra casa sarà precipitata dopo la nascita del piccolo.

6. Il trucco del fazzoletto

Non funziona con tutti, ma certi bambini, quando sfiori il loro volto con un fazzoletto, non solo smettono di piangere, ma cadono addormentati. Ecco come fare: