diredonna network
logo
Stai leggendo: Un Modo Geniale per Insegnare la Matematica con… i Mattoncini Lego: Ecco Come

Cos'è il Lotus Birth e perché i genitori rifiutano il taglio del cordone ombelicale

Giù le mani dal pisellino: cose da non fare nell'igiene del bambino

Anche i papà soffrono di depressione post-partum ed è una cosa seria

Micol Olivieri di nuovo mamma: l'Alice de "I Cesaroni" lo annuncia così

"Ecco le 10 cose che ho imparato dalla morte di mio figlio"

Malata di cancro, sacrifica la sua vita per dare alla luce sua figlia

Fare la madre surrogata può essere un lavoro?

Che cos'è la fontanella del neonato?

Quei "figli a tempo", orfani due volte: la legge che lascia i bambini senza famiglia

EJ: il bambino nato in auto con il sacco amniotico integro

Un Modo Geniale per Insegnare la Matematica con... i Mattoncini Lego: Ecco Come

Se il nostro bambino non capisce l'aritmetica lo sappiamo bene: non ci sono torte, mele o barrette di cioccolato che tengano, che finiscono regolarmente nelle sue fauci e sui nostri fianchi. Ma un'insegnante americana sembra aver trovato la soluzione definitiva per insegnare la matematica ai bambini: andiamo a scoprirla!
insegnare la matematica coi lego
Fonte: boredpanda.com

Ci sono bambini e bambine (beati loro) che l’aritmetica la capiscono dal primo istante, e da lì chi li ferma più. Ce ne sono altri invece che fra tabelline, frazioni ed equivalenze impazziscono. E non riusciamo a dar loro torto. Si può provare a spiegare la matematica con le torte, con le mele, con la cioccolata, ma pare che niente sia efficace come i Lego, che peraltro piacciono a tutti, maschietti e femminucce.

In effetti i Lego oltre a essere giocattoli straordinari che ci ricordano la nostra infanzia (ma qualcuna di noi non li ha ancora archiviati del tutto) possono diventare anche un ottimo strumento didattico, come ha capito un insegnante che ha trovato un utilizzo alternativo/educativo ai mattoncini più famosi del mondo. E questo utilizzo va proprio ad aiutare i bimbi che con l’aritmetica non hanno troppa confidenza!

lego per insegnare matematica
Fonte: boredpanda.com

Alycia Zimmermann, insegnante di New York, li usa regolarmente per spiegare ai suoi alunni frazioni, geometria e altri concetti matematici.

In classe i mattoncini sono ora il mio assistente per le lezioni di matematica e hanno un’incredibile valenza didattica, ha scritto in un articolo per Scholastic in cui illustra nel dettaglio come utilizzi i Lego durante le sue lezioni di matematica e spiega come i mattoncini siano un mezzo che consente ai più piccoli di comprendere immediatamente le lezioni di aritmetica.

Ma andiamo a vedere qualche esempio come Alycia Zimmermann utilizzi i Lego in classe per spiegare la matematica!

1. Frazioni

insegnare matematica coi lego
Fonte: designyoutrust.com

Come si vede dall’immagine il mattoncino più grande, quello blu, viene assunto come intero e da lì in avanti per i bambini diventa semplice capire che quello rosso è la metà, ossia 1/2, quello verde 1/4 e quello arancione 1/8. Una volta compreso questo, anche le operazioni con le frazioni diventeranno un vero e proprio gioco da bambini!

2. Tabelline e potenze

tabelline coi lego
Fonte: designyoutrust.com

In questo caso, per spiegare potenze e tabelline, l’insegnante utilizza i “bottoncini” presenti sopra ogni mattoncino. In quello più piccolo ci sono due bottoncini ripetuti per due volte, una a destra e una a sinistra: in totale 4. Idem per il mattoncino rosso e blu e stesso discorso per quello giallo e rosso, in cui i “bottoncini” vanno naturalmente considerati in verticale. E così via. Sembra di capire finalmente meglio anche a noi…

3. Media aritmetica

insegnare matematica coi lego
Fonte: designyoutrust.com

Ed ecco infine come una “torre” di Lego diventa l’espediente perfetto per spiegare la media aritmetica…

Bene, care amiche, non è venuta voglia anche a voi di mettervi a fare i compiti di matematica col vostro piccolo? Natale sta arrivando e il regalo perfetto potrebbe essere una scatola di Lego che farà felice lui, noi e la media dei suoi voti. Certo, a patto poi di non metterci a giocare con le costruzioni durante i compiti…