diredonna network
logo
Stai leggendo: 5 Motivi per Preparare le Pappe in Casa e 4 Ricette per lo Svezzamento

Giù le mani dal pisellino: cose da non fare nell'igiene del bambino

"Ecco le 10 cose che ho imparato dalla morte di mio figlio"

Che cos'è la fontanella del neonato?

EJ: il bambino nato in auto con il sacco amniotico integro

Quando si chiude la fontanella nel neonato?

Pannolini lavabili: perché sceglierli come alternativa ai pannolini classici

Fino a quando posso allattare mio figlio?

Che cos'è il Pavor nocturnus nei bambini?

Cos'è il Lotus Birth e perché i genitori rifiutano il taglio del cordone ombelicale

Come sconfiggere l'insonnia in gravidanza?

5 Motivi per Preparare le Pappe in Casa e 4 Ricette per lo Svezzamento

Gli omogeneizzati sono davvero così convenienti? Perché quindi non provare a prepararli a casa con ingredienti freschi e sani? La loro preparazione è davvero semplice e veloce, ecco i nostri consigli!
Fonte: theredish.com
Fonte: theredish.com

Lo svezzamento rappresenta un passaggio fondamentale nella vita del nostro bambino, perché per la prima volta il suo palato conoscerà sapori inesplorati, mai provati sino ad ora.

Questa fase è considerata una delle più delle delicate, perché avviene un cambiamento radicale dell’alimentazione dei nostri piccoli che fino ad ora hanno sempre conosciuto un unico sapore: quello del latte.

La prima persona da fare è sicuramente quella di affidarsi al nostro pediatra, che saprà darci i giusti consigli e indirizzarci verso la preparazione dei prime pappine per i nostri bambini. Dopodiché bisogna armarsi di una buona dose di pazienza, bavaglini, tanto buon umore e cominciare!

Se pensiamo alla parola svezzamento la prima cosa che ci viene subito in mente sono i famosi vasetti di vetri conosciuti come “omogeneizzati”, ma spesso quando ci rechiamo nei supermercati per acquistarli, arraffando un po’ per caso diversi gusti e marche ci rendiamo subito conto che il loro costo non è proprio conveniente; per questo vi suggeriamo 5 buoni motivi per preparare la pappa direttamente a casa!

1. Il risparmio

Fonte: web
Fonte: web

Nella fase iniziale dello svezzamento, ci ritroviamo spesso con la cucina invasa da vasetti di ogni tipo; alcuni consumati solo a metà altri aperti e mai adoperati. In questo modo lo spreco è assicurato! Risparmieremo sicuramente, acquistando direttamente dal macellaio di fiducia, solo la quantità necessaria alla preparazione del pasto, e la qualità sarà sicuramente migliore!

2. L’odore

Fonte: huffingtonpost.co.uk
Fonte: huffingtonpost.co.uk

A chi non è mai capitato nell’aprire un vasetto di omogeneizzato di avere un’espressione leggermente contrariata?! Eh già, perché la prima cosa che notiamo, anzi che odoriamo è proprio il contenuto dello stesso, che in genere non è proprio piacevole!

Ovviamente si tratta di alimenti di produzione industriale, per cui per la loro conservazione è necessario l’utilizzo di prodotti aggiuntivi per poterli conservare al meglio.

Ma preparando a casa nostra la pappa, possiamo garantire ai nostri piccoli un odore e soprattutto un sapore decisamente migliore, oltre alla sicurezza di un alimento preparato con le nostre mani!

3. La sicurezza degli ingredienti

5 motivi per preparare le pappe in casa e 4 ricette per lo svezzamento
Fonte: Privatepregnancy.co.uk

È vero, che spesso la routine ci porta ad andare sempre di corsa, e non è facile ritagliarsi del tempo per fare la spesa ogni mattina, ma è altrettanto vero che con un minimo di organizzazione possiamo acquistare ogni giorno prodotti sempre freschi come frutta e verdura da offrire ai nostri piccoli.

Acquistando giornalmente anche solo il necessario per la preparazione dei pasti, garantiamo ai nostri figli alimenti sempre freschi e ovviamente conosciamo la loro provenienza, in tal modo offriamo loro le nostre specialità in tutta sicurezza.

4. Conservanti, sale e aromi

Fonte: Goodtoknow.co.uk
Fonte: Goodtoknow.co.uk

Vi è mai capitato di assaggiare una minestrina preparata con gli omogeneizzati? A volte non si riescono bene a distinguere i sapori e spesso il nostro palato non riconosce gli ingredienti utilizzati che sembrano essere stati ovviamente mescolati con altri aromi.

Nelle minestre preparate a casa, i sapori invece sono tutti ben distinti: assaporiamo con gusto il parmigiano sapientemente grattugiato come solo una mamma sa fare o le verdure tritate ad arte!

Preparando noi stesse a casa deliziose pappine, conosciamo bene ogni ingrediente utilizzato, dosiamo in maniera precisa la quantità di sale e soprattutto non introduciamo nulla di dubbia provenienza.

5. La rapidità

Fonte: boredbug.com
Fonte: boredbug.com

Quando offriamo le prime pappe ai nostri piccoli, dobbiamo assicuraci che siano costituite da composti densi e lisci, per evitare difficoltà nell’ingerimento degli stessi, perché ovviamente non avendo ancora i denti non sono capaci di assumere alimenti granulosi o di grandi dimensioni.  Nessun robot da cucina super tecnologico,  per ovviare a questo, basta anche un semplicissimo frullatore! Possiamo introdurre nel frullatore (ovviamente previa cottura), tutti gli alimenti per la preparazione delle pappe; in meno di un minuto avremo ottenuto un composto denso e liscio, et voilà.. il pranzo è servito!

6. Ricette per lo svezzamento

Fonte: buzzfeed.com
Fonte: buzzfeed.com

Ecco quindi, 4 ricette consigliate per iniziare lo svezzamento:

Ricetta base – brodo vegetale

Solitamente il brodo vegetale è il primo alimento che si introduce nella fase dello svezzamento; la sua preparazione è molto semplice poiché richiede principalmente l’utilizzo di verdura fresca di stagione, come zucchine, carote o patate. Si comincia lavando le verdure e tagliandole a pezzetti (circa 200 gr.), successivamente si fanno bollire in acqua non salata a fuoco lento per circa un’ora.
Il brodo che si otterrà dalla cottura delle verdure , sarà ricco di vitamine. Mescoliamo quindi due cucchiai di brodo, insieme ad una di verdure passate (30 gr. circa), uno o due cucchiai di crema di riso o tapioca a vostra scelta (ci sono molte varianti di cereali), aggiungiamo un cucchiaino di olio di oliva extravergine, un cucchiaino di parmigiano reggiano grattugiato (circa 10 gr.).
Questa ricetta è molto semplice ed è perfetta per abituare gradualmente il bambino ai nuovi sapori.

Omogenizzato di carne

Prendere 300 gr. di carne (solitamente manzo, tacchino, vitello o pollo), posizionatela in una pentola con acqua fredda, e fate cuocere fino a quando la carne non sarà lessata (il tempo di cottura varia a seconda del tipo di carne scelta).
Frullate la carne lessata e aggiungete a scelta delle verdure precedentemente bollite e tritate (ad esempio una carota oppure una piccola zucchina). Condite con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva e un cucchiaino di parmigiano reggiano grattugiato, il vostro piccolo gradirà sicuramente!

L’introduzione al pesce

Cuocete al vapore 300 gr. di pesce a vostra scelta tra cui platessa, merluzzo o sogliola, in una pentola a pressione per circa 5 minuti. Se non possedete una pentola a pressione potete tranquillamente lessare il pesce in acqua bollente (per 10 minuti circa).
Potete frullare il pesce nel mixer con l’aggiunta di una patata lessa; una volta ottenuto un composto denso e cremoso, condite con cucchiaino di olio extravergine di oliva e un cucchiaino di parmigiano reggiano grattugiato.
Ovviamente nella fase iniziale si tende sempre a frullare qualsiasi tipo di alimento per aiutare il bambino ai ai nuovi sapori ai quali fino ad ora non era stato abituato.

Vasetti di frutta fai da te

Prendete una mela, lavatela, tagliatela a pezzetti, eliminate la buccia, il torsolo ed i semi e cuocetela per circa 4-5 minuti finché non sarà morbida. Una volta cotta, frullatela e servite al vostro piccolo. In aggiunta alla mela potete a vostra scelta aggiungere anche una crema di riso oppure un po’ di  latte.
Potete utilizzare anche un altro tipo di frutta come ad esempio la pera.
È bene ricordare sempre che una volta preparati gli omogeneizzati in casa, vanno conservati in frigorifero e consumati entro 24 ore per evitare l’insorgenza di batteri.