diredonna network
logo
Stai leggendo: Spotify: Arriva la Playlist che Aiuta le Mamme Durante il Parto Studiata da un Ginecologo

La Rottura delle Acque: il Momento che Segna l'Avvicinamento al Parto

Donna Partorisce in Diretta su Facebook per "Colpa" del Marito!

Gas Esilarante in Sala Parto per Nascite più "Soft": Ecco Dove!

Donna in Travaglio si Trucca alla Perfezione tra una Contrazione e l'Altra!

Il Cordone Ombelicale, Quel Simbolo di Unione tra Mamma e Bambino che Potrebbe Aiutare la Ricerca

Le Tecniche per un Parto Indolore... o Quasi

"Partorirò tra i Delfini". Così Dorina farà Nascere suo Figlio nell'Oceano

Corso Preparto: Perché Conviene Seguirlo

Partorisce in Auto Mentre Corre in Ospedale, il Marito Filma Tutto

Una Donna Mette al Mondo Due Gemelle di Due Padri Diversi

Spotify: Arriva la Playlist che Aiuta le Mamme Durante il Parto Studiata da un Ginecologo

Dalla rottura delle acque, passando per le contrazioni più dolorose fino alla nascita del proprio piccolino: un ginecologo ha studiato la playlist perfetta per accompagnare tutti gli stadi del parto e ci svela i suoi segreti per creare la nostra su Spotify!
Fonte: Web
Fonte: Web

Borsa per correre in ospedale nel bel mezzo della notte? Fatta! Corso pre-parto? Finito! Termine? Quasi scaduto! Cosa manca? Ma la musica, ovviamente!

Il Dottor Jaques Moritz, ostetrico e ginecologo di New York, ha messo a punto una playlist sulla piattaforma di streaming musicale Spotify perfetta per il parto: una serie di canzoni testate e approvate in sala parto, che aiutano le quasi mamme in uno dei momenti più difficili e, allo stesso tempo, importanti della propria vita.

Si parte lenti e poi si sale di ritmo, in corrispondenza delle contrazioni che aumentano e la sana euforia che sale e si conclude l’esperienza del parto scendendo nuovamente a brani più rilassanti: da titoli espliciti e da seguire alla lettera come Just Breathe (Respira) dei Pearl Jam, Let It Go (Lascia Andare) di James Bay e Under Pressure (Sotto Pressione) di Queen e David Bowie, alle sincere Naked As We Came (Nudi come siamo venuti/nati) degli Iron&Wine e Fruits Of My Labor (Frutto del mio lavoro/travaglio) di Lucinda Williams, fino alla chiusura trionfante su le commuoventi note della Suite per Violoncello Solo N°1 di Bach.

Mamme e future mamme, se siete curiose di ascoltarle la Birthing Playlist del Dottor Moritz la trovate qui!

Ma la playlist su Spotify del Dottor Moritz non è legge: può anche essere solo semplicemente presa ad esempio! Infatti, come lui stesso ha verificato, il 70% delle sue pazienti arriva in sala parto con la propria musica già selezionata.

“La musica influenza profondamente il sistema limbico del nostro sistema nervoso centrale, che gestisce i nostri ricordi, le emozioni e il modo in cui affrontiamo la paura e il dolore. Il fatto che le donne utilizzino la musica durante il parto come fonte di conforto e forza è un gesto sensato. Inoltre, gli ospedali, e in particolare le sale parto, possono essere rumorosi e disagevoli e una buona playlist può aiutare le mamme a distrarsi da questi rumori e ad affrontare meglio la paura e il dolore, vivendo un’esperienza di parto più positiva.”

Per chi volesse creare la propria playlist perfetta per il parto o ampliare quella del Dottor Moritz, il ginecologo americano suggerisce di scegliere musica “vecchia e familiare”, magari legata all’adolescenza della donna o canzoni simbolo della storia d’amore della coppia. Preferire i brani strumentali a quelli più cantanti, che potrebbero innervosire e distrarre la donna quando invece si dovrebbe concentrare sul proprio corpo: quindi essere solo di sottofondo. Creare una playlist che duri minimo 5 ore e fino a 10 per seguire tutti gli stadi del parto. E infine, scegliere canzoni che facciano sentire la futura mamma bella, rilassata e felice, perché la musica scelta sarà inevitabilmente per sempre legata al ricordo del giorno più importante ed emozionate della vostra vita.

Voi cosa ne dite, funzionerà davvero?