diredonna network
logo
Stai leggendo: Test di Gravidanza: Quando Farlo e Come Comportarsi

Test di Gravidanza: Quando Farlo e Come Comportarsi

Quando si ha la sensazione di essere incinta, il modo più rapido per averne la conferma è fare un test di gravidanza. In questo articolo vi diciamo tutto quello che c'è da sapere al riguardo.
Test di gravidanza
Fonte: web

Per una donna che spera di essere in dolce attesa, il momento in cui fa il test di gravidanza è una girandola di emozioni: trepidazione, ansia e anche paura. Nei minuti di attesa che trascorrono per avere il risultato, nella testa passano molti pensieri: ci si domanda se si sarà all’altezza, se è tutto vero oppure un sogno, se è proprio quello il momento per avere un bambino e tanto altro.

Un test di gravidanza, che può essere digitale o meno, è affidabile al 99% e riesce a misurare il contenuto nell’urina dell’ormone Beta HCG, o Gonadotropina Corionica Umana, che viene secreto da alcune cellule della futura placenta non appena l’embrione si installa nell’utero.

Ma quando va fatto di preciso il test? Quanto costa? E come bisogna comportarsi quando si ha il risultato? Ecco tutte le risposte:

Il costo del test di gravidanza

Costo del test di gravidanza
Fonte: web

Si può acquistare un test di gravidanza in farmacia o in un supermercato, dove in teoria lo si può trovare a un prezzo più basso. Le confezioni, che contengono uno o due test, hanno un prezzo che varia dai 9 euro ai 25 euro, in base alla tipologia di test, alla marca, alla sensibilità o alla precocità con cui riesce a captare l’ormone HCG.

Quando fare il test di gravidanza

Quando fare il test di gravidanza
Fonte: web

Il test di gravidanza può essere fatto a partire dal primo giorno di ritardo della mestruazione, almeno due settimane dopo il rapporto che avrebbe potuto portare al concepimento di un bambino. Esistono anche dei test precoci che riescono a rilevare quantità minime dell’ormone HCG e per questo possono essere usati anche due o tre giorni prima al giorno in cui dovrebbe arrivare la mestruazione.

Il test può essere fatto in qualsiasi momento del giorno, ponendolo sotto il getto di urina oppure immergendolo in essa, anche se di mattina i valori di HCG sono più alti e quindi più facilmente rilevabili.

Cosa fare se il test di gravidanza è positivo

Test di gravidanza positivo
Fonte: web

Quando un test di gravidanza è positivo, cosa che può essere identificata o dalle due linee o direttamente dalla scritta “incinta” in base alla marca, una donna si immagina quasi subito con un neonato tra le braccia, anche se a quel momento manca parecchio tempo e ci sono molte cose da fare e a cui pensare.

In prima battuta, bisogna contattare un ginecologo e prendere appuntamento per la prima visita, in cui verrano spiegate tutte le tempistiche delle analisi del sangue, delle ecografie e degli esami da fare, oltre alle precauzioni da prendere. Alcune precauzioni sono da prendere subito, come quella di smettere di bere alcolici e di fumare. Bisogna poi prestare attenzione a quello che si mangia, assumendo solo carne ben cotta e lavando bene la verdura, onde evitare di contrarre la toxoplasmosi, una malattia che è molto pericolosa per il feto e può causare anche un aborto; può essere che questa malattia sia già stata contratta in passato e in quel caso non servono precauzioni, ma prima del responso delle analisi del sangue è meglio metterle in pratica. Se inoltre si sta eseguendo una cura antibiotica, è bene consultare il medico e capire se interromperla o meno.

Cosa fare se il test di gravidanza è negativo

Test di gravidanza negativo
Fonte: web

Un test di gravidanza negativo, riconoscibile perché o appare una sola linea o la scritta “non incinta”, può lasciare nello sconforto, ma non bisogna scoraggiarsi. Infatti, per quanto i test siano molto affidabili, ci si può trovare davanti a un falso negativo, per cui, lasciando trascorrere un paio di giorni, lo si può ripetere.

Se il risultato continua ad essere negativo e le mestruazioni non arrivano, può essere perché la gravidanza è extra-uterina oppure perché c’è qualcosa che fa ritardare il ciclo, come lo stress. Se le mestruazioni continuano a non arrivare, è bene consultare il medico.

Il test di gravidanza fai da te

Test di gravidanza fai da te
Fonte: web

Volendo ci sono dei test di gravidanza fai da te “naturali”, come per esempio quello con il tarassaco, una pianta che cresce spontanea in tanti giardini, caratterizzata dai fiori gialli che poi diventano soffioni. Questi fiori vanno privati di foglie e di steli e poi appoggiati su un cellophane, di modo che si possa versare loro sopra l’urina. Se si colorano di rosso, potrebbe esserci una gravidanza. Questo metodo però non è efficace quanto un test tradizionale.