Sponsorizzato da
Sponsorizzato da

Come insegnare ai bambini a riconoscere e sviluppare le proprie attitudini

Lasciare che i bambini coltivino sin da piccoli spazi di autonomia e indipendenza, come scegliere i vestiti da indossare, è fondamentale per lo sviluppo della loro autostima e per la costruzione della loro identità.

Sponsorizzato da

Quello che impariamo da piccoli ci definisce, in potenza, anche nella vita adulta.

Secondo un approfondimento del Center of the Developing Child di Harvard, tra il primo e il quinto anno di vita, il bambino acquisisce la sua base di apprendimento.

Si tratta quindi di anni fondamentali e delicati. In questa fase, insegnare ai piccoli a sviluppare la propria indipendenza, allenare l’autostima, costruire, mattoncino dopo mattoncino, la loro identità liberamente, come un abito che calza a pennello, significa creare terreno fertile per la crescita di adulti sereni e risoluti.

La possibilità di provare stili differenti permette ai bambini di rappresentarsi in modi diversi, provando e riprovando, fino a trovare e imparare a comunicare, anche con l’abbigliamento, chi sono.

Un bambino o una bambina, a partire dai 3 anni, è perfettamente in grado di dire cosa gli/le piace e cosa no: coinvolgerlo o coinvolgerla, per esempio, nella scelta dei vestiti è un gesto che può sembrare non necessario, ma a torto.

I vestiti non sono solo un vezzo estetico: hanno un valore psicologico importantissimo. Dalla libertà di poterli scegliere e indossare (anche cambiando gusti nel tempo!) sfociano indipendenza e autostima a lungo termine. Non a caso Original Marines, per la primavera/estate 2021, ha scelto di celebrare “The Original Beauty”, la bellezza originale di ogni bambino o bambina, con una campagna dal sapore cinematografico e con tanto di breve fashion film con piccoli attori protagonisti.

Nella consapevolezza dell’abbigliamento come strumento per affermare se stessi, Original Marines ha sviluppato una collezione dalle anime e dagli stili diversi, per consentire a tutti i bambini di esplorare e sperimentare fino a riconoscersi negli abiti che più li rappresentano.

La propensione dei bambini al cambiamento è supportata da una collezione versatile, che gioca su stili diversi così come diverse (infinite!) sono le modalità espressive dei più piccoli.

come-sviluppare-attitudini-bambini
Fonte: Original Marines

Le attitudini dei bambini e come potenziarle

Lo studio dal titolo “The Role of the Family in Talent Development” (Handbook of Giftedness in Children) analizza l’influenza della famiglia sullo sviluppo dei talenti dei bambini che – come dimostrato da uno studio dell’Università di Washington pubblicato sul Journal of Experimental Social Psychology -, se correttamente stimolati, possono arrivare ad avere, già a 5 anni, i livelli di autostima di un uomo o una donna adulta.

La libertà di espressione è la forma più efficace per supportare i bambini, lasciandoli liberi di sperimentare con l’abbigliamento, le letture, i giochi e gli sport.

A questo proposito ecco un piccolo (e prezioso) decalogo, per stimolare la loro indipendenza.

1. Crea uno spazio sicuro per sperimentare

Il bambino sceglie, ma spetta agli adulti offrire loro opzioni di qualità.
Se parliamo di abbigliamento, parliamo di tessuti a contatto della pelle dei bambini. Cotone, piquet di cotone, tulle e denim: Original Marines garantisce la qualità dei suoi prodotti, non solo nei tessuti, ma anche per quanto riguarda le applicazioni di glitter, paillettes o stampe metalliche o iridescenti tanto amate dai piccoli.

2. Mai giudicare

È il primo passo per costruire questo safe-space, questo ambiente in cui i piccoli sentono di potersi muovere con libertà.

3. Pressione? No, grazie

Si tende spesso a proiettare sui figli le proprie passioni o il proprio spirito di competizione, ad esempio in ambito sportivo. Meglio lasciarli liberi di spaziare e sperimentare ciò che piace loro: che si parli di libri, vestiti, giochi o sport!

4. Gli errori fanno bene

Un disegno un po’ troppo pasticciato, un compito non riuscito, una partita o una competizione sportiva persa. Nell’universo dei bambini questi non sono “sbagli”, ma episodi normali: gradini necessari per rafforzare la propria autostima attraverso gli errori.

5. Lascia che scelga i suoi vestiti 

Una bambina che non ama le gonne o un bambino che adora i glitter possono destabilizzare i genitori, che spesso si riferiscono ad etichette preconfezionate per abitudine senza pensare che l’individualità dei loro figli è unica e speciale e dunque poco “etichettabile”. Eppure anche negli abiti che i bambini amano, scelgono e indossano – come spiegato in precedenza –  si dipana uno dei nodi dell’autostima.

Permettere loro di scegliere i capi con cui si sentono a loro agio (senza giudizi) li aiuta a sperimentare, permette loro di associare all’umore del giorno anche la volontà di presentarsi al mondo e ai loro amichetti in un certo modo.
In questo percorso i genitori sono supportati da collezioni moda come quelle di Original Marines, create proprio per “vestire” le propensioni e le attitudini dei bambini non solo da un punto di vista estetico ma anche psicologico e sociale.

Se la scelta di tessuti e di prodotti di qualità è più che mai importante quando si tratta di bambini (ed è per questo che The Original Beauty, la campagna primavera-estate 2021 celebra la qualità, l’eccellenza e lo stile italiano che caratterizza questa collezione), anche il fatto di poter scegliere tra look con anime e stili diversi è fondamentale perché ogni bambino e bambina possa essere a suo agio in ciò che indossa ed esprimere la propria personalità.

6. Lascia che “faccia finta”

Il gioco di finzione si sviluppa intorno ai tre anni ed è una delle capacità che ci distingue in modo inequivocabile dagli animali. “Indossando” nuovi ruoli come fa con gli abiti che sceglie, giorno dopo giorno, cresce e plasma la sua individualità.

7. Lasciala/o libera/o di osare

In psicopedagogia i “genitori elicottero” sono quelle figure che non lasciano liberi i propri figli di esprimersi, di cambiare idea, gusti e obiettivi. Non solo ostacolano le loro scelte, ma spesso prendono decisioni per loro. E li giudicano. Non essere un genitore elicottero.

8. Non puntare alla perfezione

La ricerca della perfezione non può essere la priorità quando si ha a che fare con un bambino. Ognuno ha un sistema di valori diverso al quale riferirsi e obiettivi e ambizioni che si modificano nel tempo: vale per gli adulti, ma anche per i bambini.

9. Cambiare idea? Una risorsa

Il piccolo ha iniziato un corso di musica che poi ha lasciato a metà. O un corso di basket che poi si è reso conto di non voler continuare. Capita! Nel mondo dei bambini cambiare idea è normale. E anche vitale. Sta sperimentando per trovare la propria strada.

10. Falla/o giocare con ciò che vogliono

Non esistono etichette, né quando si parla di giochi, né quando si parla di vestiti.

Aiutiamo i nostri figli a tirare fuori i loro talenti e le loro attitudini. Ne faremo degli adulti felici.

Articolo originale pubblicato il 26 Marzo 2021

Articolo sponsorizzato da

Creatività, qualità e italianità sono solo alcuni degli asset di Original Marines, brand nato nel 1983. Una dinamica realtà che produce e commercializza collezioni di abbigliamento dallo stile original con un core target da 0 a 14 anni.