logo
Galleria: 6 miti da sfatare sul seno dopo il parto

6 miti da sfatare sul seno dopo il parto

6 miti da sfatare sul seno dopo il parto
Foto 1 di 7
x

Il termine di una gravidanza ha degli aspetti meravigliosi come stringere tra le braccia il proprio bambino dopo tanta attesa, ma anche negativi: il periodo dopo la gestazione infatti può mettere a dura prova il corpo delle mamme sottoponendolo a dei cambiamenti anche drastici, talvolta non facili da accettare, ma che tuttavia possono tornare alla normalità con il passare del tempo.

Questi cambiamenti possono gravare dalla pancia ai fianchi, passando per pelle e capelli, in particolare il seno è al centro di grandi trasformazioni, come riporta il magazine Pianeta Mamma dal concepimento e fino ai mesi successivi al parto.

Ecografia mammaria: perché è tanto importante farla

Ecografia mammaria: perché è tanto importante farla

Inevitabilmente il seno si gonfia ma poi può perdere elasticità, fino a produrre una sensazione di svuotamento. Le trasformazioni iniziano già dopo poche settimane dal concepimento, quando le variazioni ormonali accrescono il volume delle mammelle producendo un senso di tensione.

In questo modo anche la pelle diventa più tesa e i vasi sanguigni sono pertanto più visibili in superficie. Anche la forma del seno cambia: le ghiandole specializzate si preparano per la produzione del latte e può accumularsi tessuto adiposo.

Come avrete capito, il seno della donna viene messo a dura prova ma non per questo senza soluzioni, ecco, quindi 6 miti da sfatare riguardanti il cambiamento del seno dopo il parto.