logo
Galleria: Perché Anna Kournikova è stata “costretta” a postare le prove della gravidanza

Perché Anna Kournikova è stata "costretta" a postare le prove della gravidanza

Se non lo condividi non è reale. L'ingiusta legge del web che ha colpito la tennista Anna Kournikova. Non ha postato foto della sua gravidanza, la gente l'attacca dicendo che i figli non sono suoi.

Anna Kournikova è un’ex tennista, nota per essere arrivata alla semifinale del rinomato torneo di Wimbledon a soli 16 anni. Modella, con un fisico scolpito, è fidanzata dal 2001 con il cantante Enrique Iglesias. I due hanno spesso mantenuto segreta la loro relazione, non perché dovessero nascondersi ma perché volevano ritagliarsi un pezzo di privacy nella loro vita, già molto sotto i riflettori.

Così, della loro storia d’amore sappiamo ben poco, se non qualche presunto momento di crisi che però i due hanno superato gloriosamente. Anche sui loro rispettivi profili social sono pochissime le foto in cui i due fidanzatini si vedono insieme.

Come hanno in parte tenuto nascosto, o comunque “protetto”, la loro relazione, hanno fatto lo stesso per la gravidanza. Anna Kournikova ha partorito lo scorso 16 dicembre due gemelli, Lucy e Nicholas, in un ospedale a Miami. Pochi, se non pochissimi erano a conoscenza della gravidanza della tennista; né lei né il compagno hanno mai fatto accenno al suo stato d’attesa in nessuna intervista e in nessun post social.

La nascita dei due piccoli è stata davvero una sorpresa. Solo un mese dopo la loro nascita, i due genitori hanno presentato ufficialmente i loro piccoli al popolo del web. La mamma ha postato una foto con la piccola Lucy e il papà vicino al piccolo Nicholas.

“My Sunshine” – il mio raggio di sole, hanno scritto entrambi sotto le loro foto. Condividendo così con il mondo intero la gioia di essere diventati genitori.

Tuttavia, in un’era in cui “se non lo posti, non esiste” il popolo del web, abituato a gravidanze in stile Ferragni, dove ogni momento è monitorato e raccontato ogni giorno, fa fatica ad accettare che ci sia chi vuole gestire la propria privacy in modo diverso e ciò ha provocato reazioni decisamente fuori luogo.

Quello che per noi è un gesto degno di rispetto, è stato invece criticato da molti, insinuando addirittura che la gravidanza fosse surrogata o che i bambini fossero adottati. Il che ha spinto l’ex tennista a postare una foto scattata durante la gravidanza, ma nemmeno questo è stato sufficiente per placare le polemiche.

Sfoglia la gallery per capire meglio com’è andata questa triste vicenda.

Perché Anna Kournikova è stata “costretta” a postare le prove della gravidanza

Perché Anna Kournikova è stata "costretta" a postare le prove della gravidanza
Foto 1 di 12
x