logo
Galleria: Niente polemiche: perché il Chiara Ferragni peluche di Trudi è una bella idea

Niente polemiche: perché il Chiara Ferragni peluche di Trudi è una bella idea

Niente polemiche: perché il Chiara Ferragni peluche di Trudi è una bella idea
Foto 1 di 10
x

Un peluche Trudi con il volto di Chiara Ferragni. La fashion blogger diventa ambasciatrice contro il bullismo e il cyberbullismo grazie a una bambola che ne riproduce le fattezze. E che in realtà non è esattamente una novità. Quando ci fu il matrimonio tra Ferragni e Fedez, fecero capolino sui profili social di entrambe le celebrità due mascotte, morbide e divertenti, ispirate a loro. Poco dopo è nato addirittura un account Instagram dedicato alla mascotte di Chiara che raccoglie decine di migliaia di follower – anche se chiaramente non fa i numeri della blogger reale.

Si tratta di un’iniziativa di beneficenza. Dalle vendite della bambola Trudi ispirata a Chiara Ferragni, i proventi della bambola – che sarà in vendita a partire da oggi – andranno a un’organizzazione che si occupa di contrasto al bullismo, cioè Stomp Out Bullying. E altrimenti non potrebbe essere. La moglie del rapper è molto sensibile a questa tematica, perché è costantemente attaccata da hater per ragioni spesso pretestuose.

Non solo: Chiara è a tutti gli effetti un role model, perché può insegnare ai bambini che si può creare il lavoro dei propri sogni impegnandosi e studiando per rincorrere i desideri.

Ferragnez, le nozze: tutto ciò che sappiamo e vedremo sui social (che lo vogliamo o no)

Ferragnez, le nozze: tutto ciò che sappiamo e vedremo sui social (che lo vogliamo o no)

Dato che molti di voi hanno amato la bambola Chiara Ferragni che creammo per il nostro matrimonio – ha scritto la fashion blogger sui propri canali social – abbiamo deciso di creare un’edizione limitata della Chiara Ferragni Mascotte: si vende ora su The Blonde Salad e tutti i profitti andranno a Stomp Out Bullying, un’organizzazione no profit per combattere contro il cyberbullismo, un argomento molto vicino al mio cuore.

Tra l’altro Stomp Out Bullying si occupa in verità anche di lotta all’omofobia, alla discriminazione Lgbtq, al razzismo e al’odio e alla violenza. L’iniziativa di Trudi vanta precedenti assolutamente di spicco, dato che l’azienda, in passato, ha realizzato peluche e bambole e pupazzi a scopi benefici, anche se di altro genere e in favore di altre cause. Sfogliamo insieme la gallery per scoprirli tutti.