diredonna network
logo
Stai leggendo: Gara per la “bimba più bella” a Parigi. Una mamma: ” Spero vinca Layla, devo pagare l’affitto”

Perché i pediatri dicono no a dieta vegana e vegetariana per i bambini

Maya Sansa: "Famiglia? Il legame biologico non è l'unico possibile"

5 Storie di violenza ostetrica: una donna su 5 maltrattata durante il parto

Cos'è il Lotus Birth e perché i genitori rifiutano il taglio del cordone ombelicale

Giù le mani dal pisellino: cose da non fare nell'igiene del bambino

Anche i papà soffrono di depressione post-partum ed è una cosa seria

Micol Olivieri di nuovo mamma: l'Alice de "I Cesaroni" lo annuncia così

Malata di cancro, sacrifica la sua vita per dare alla luce sua figlia

Fare la madre surrogata può essere un lavoro?

Quei "figli a tempo", orfani due volte: la legge che lascia i bambini senza famiglia

Gara per la "bimba più bella" a Parigi. Una mamma: " Spero vinca Layla, devo pagare l'affitto"

Piccole principesse a Parigi che fanno la sfortuna o la fortuna delle loro mamme..
(foto:Web)
(foto:Web)

 

Parigi. 

Sfilano in passerella, mostrano volti in miniatura  imbronciati e corpicini avvolti  da vestiti di seta. Sono le bambine che partecipano ai concorsi di bellezza e il Sun ha incontrato i genitori degli ‘enfants prodige’ radunati a Disneyland Paris per la finale della gara che ha incoronato la ‘bambina più bella del mondo‘.
Non è un gioco,  ma una competizione vera e propria a colpi di lacca alla quale accedono bambini di età compresa tra i cinque e gli otto anni.
Una delle mamme intervistate è Sally, una cittadina britannica,che ha raccontato la difficoltà a pagare l’affitto. Tutte le sue speranze sono riposte nella figlia:

“Voglio che Layla vinca a tutti i costi”. La gara è ancora in atto, chi sarà la più bella del reame?