diredonna network
logo
Stai leggendo: Lucia, nata con 13 settimane di anticipo, salvata grazie ad un sacchetto di plastica

Lucia, nata con 13 settimane di anticipo, salvata grazie ad un sacchetto di plastica

Una storia ricca di speranza: i medici sono riusciti a salvare Lucia, nata con 13 settimane di anticipo, pesando solo 450grammi.
(foto:Web)
(foto:Web)

Questa è la storia di Lucia Sansbury e della sua difficile nascita.
La piccola è viva grazie ad un sacchetto di plastica, di quelli che si utilizzano per salvare la freschezza dei panini, durante le gite fuori porta.
La piccola pesava solo 450 grammi al momento della sua nascita, e i medici l’hanno messa nella plastica per conservarne il calore.
Nata con 13 settimane di anticipo, la piccola è stata sottoposta a diversi interventi tra cui un’operazione laser agli occhi e un’operazione all’intestino.
Nessuno ha mai perso la speranza e ora Lucia sta bene.

(foto:Web)
(foto:Web)

La mamma Emma, con il compagno Steve Sansbury, si era sottoposta a cinque trattamenti di fecondazione in vitro e dopo diversi fallimenti e anche due aborti, è arrivata Lucia.
Emma racconta emozionata la sua storia al Daily Mail:

“Ha emesso un piccolissimo vagito, ma io ero sicura che ce l’avrebbe fatta. I medici hanno portato avanti la gravidanza il più a lungo possibile ma non siamo riusciti ad andare oltre la 13esima settimana”

Oggi Lucia è considerata dai dottori un piccolo miracolo. Forse con il tempo svilupperà altre patologie legate alla sua burrascosa nascita, ma la famiglia resta ottimista.