logo
Galleria: “A 17 anni ho avuto un aborto spontaneo”: la confessione di Pink

“A 17 anni ho avuto un aborto spontaneo”: la confessione di Pink

“A 17 anni ho avuto un aborto spontaneo”: la confessione di Pink
Foto 1 di 10
x

Ci sono traumi ed esperienze dolorose di cui spesso si sceglie di non parlare, pensando che, così facendo, il loro ricordo lentamente scomparirà, anche se in realtà non è mai così.

Decidere di aprirsi per raccontare quanto vissuto, o preferire tacere e conservare dentro di sé un segreto che ci ferisce sono scelte non giudicabili, ma molto personali, che in quanto tali vanno rispettate.

Alecia Beth Moore, meglio conosciuta come Pink, ad esempio, ha scelto una canzone per parlare al proprio pubblico di uno degli eventi più drammatici vissuti nella sua vita: un aborto spontaneo successo ad appena diciassette anni.

Oggi mamma felice e innamoratissima di Willow Sage e di Jameson Moon, avuti dal marito Carey Hart, la cantante americana ha parlato di quell’evento così tragico nel nuovo pezzo Happy, il singolo estratto dall’ultimo album, Hurts 2B Human, uscito il 26 aprile 2019.

Le parole di Pink alla figlia: "Noi non cambiamo, trasformiamo la sabbia in perle"

A dispetto del titolo, che significa “felice”, nel testo Pink ripercorre quella tappa così difficile della sua vita con le parole

Da quando ho 17 anni, odio il mio corpo, ed è come se il mio corpo mi odiasse.

Intervistata da USA Today, la popstar ha spiegato: “Inizialmente ho detto che il motivo di quelle parole è per il fatto di aver sempre avuto questo fisico da maschiaccio, ma la realtà è che a 17 anni ho avuto un aborto spontaneo“.

Una confessione netta e senza giri di parole, cui Pink ha aggiunto:

Stavo per avere quel bambino. Ma, quando accade qualcosa del genere a una ragazza giovane, o a una donna, ci si sente come se il corpo ti odiasse, come se qualcosa si fosse rotto dentro di te.

Questa esperienza dolorosa si è ripetuta, nel tempo, come la stessa Pink ha affermato: “Ho avuto diversi aborti spontanei da allora, penso che sia importante parlare di chi sei veramente, di cosa hai affrontato e dei dolori che hai dovuto affrontare“.

Pink ha anche aggiunto di frequentare una terapia, che l’ha aiutata notevolmente a gestire e superare questi momenti complicati: “Quello che amo della terapia è che ti dice esattamente quali sono i tuoi punti deboli. Anche se è scomodo e doloroso, ti dà qualcosa su cui lavorare. Penso che la ragione per cui riesca ad affrontare situazioni simili sia perché ho un senso dell’umorismo davvero sano. Sono estremamente autoironica, e quando qualcosa va male, il che in ogni vita è inevitabile, mi ripeto che devo solo trovare il lato divertente“.

In gallery ripercorriamo la vita e la carriera di Pink.