logo
Stai leggendo: Perché non dovremmo costringere le bambine a baciare o abbracciare qualcuno

Perché non dovremmo costringere le bambine a baciare o abbracciare qualcuno

A volte i genitori costringono le bambine ad abbracci e baci con zie, nonne e conoscenti: vi spieghiamo perché è sconsigliato.

Molto spesso le bambine piccole, soprattutto durante ritrovi, feste e compleanni, risultano molto riluttanti ad abbracciare e baciare i loro familiari. Non si tratta di capricci o di paura, le bambine possono naturalmente rifiutare di manifestare il proprio affetto attraverso gesti simili.

Il comportamento degli adulti nell’obbligare le piccole ad abbracciare o baciare i parenti o amici di famiglia sarebbe del tutto errato: le bambine non dovrebbero essere mai costrette a salutare un adulto con abbracci e baci che non desiderano dare anche se si tratta di un parente stretto come potrebbe essere un nonno oppure uno zio.

Costringerle significherebbe imporre su di loro un limite alla loro libertà di disposizione del proprio corpo e contribuirebbe a sviluppare sensazioni negative.

Katia Hetter, nel suo articolo per la CNN, ha testimoniato che davanti al rifiuto di sua figlia di baciare la nonna, ha capito che è una pratica sbagliata costringere i propri figli a offrire un contatto fisico per forza.

bambine
Fonte: www.facebook.com/safekidsthrivingfamilies

Nel principio elaborato dal manifesto, vedi sopra, dell’organizzazione comunitaria Safe Kids Thriving Families, si consiglia che è bene far imparare fin da piccole alle bambine che non è necessario offrire un contatto fisico per fare contente le persone. Principio dal quale derivano una serie di conseguenze facilmente intuibili. Infatti, quando si costringe le bambine a dare un bacio o un abbraccio alla nonna o alla vecchia zia è come se gli si imponesse una certa autorità sul loro corpo, mentre invece devono essere loro a doverne disporre come meglio credono. I casi di abusi sui minori sono solitamente dovuti proprio all’autorità che un parente può avere sui piccoli.

Semplici regole per permettere alle bambine di decidere tutto in piena libertà

bambine
Fonte: iStock.com/Nastia11
  • Lasciare alle bambine la scelta. Ogni bambina deve decidere da sola se salutare un parente con un bacio o con un abbraccio.
  • Offrire alternative di saluto. Salutare i familiari rimane comunque una forma di educazione e di conseguenza devono essere trovati dei gesti alternativi. Dare il cinque o fare un cenno con la mano sono due cose che vanno benissimo per le più piccole.
  • Spiegare tutto alla famiglia. Per non far sentire la bambina viziata e fuori luogo, bisogna spiegare ai parenti quello che sta succedendo. Se non dispensa baci e abbracci è solo perché sta imparando ad avere piena libertà decisionale sul suo corpo e la cosa andrebbe rispettata.

Il messaggio che dobbiamo passare alle bambine è molto significativo per il loro futuro, bisogna insegnargli che è un loro diritto decidere, che possono avere libertà di scelta e che non devono per forza sottomettersi al volere degli altri, solo perché adulti o solo perché li rende felici. Per questo motivo è bene trattarle per ciò che sono, ovvero delle persone indipendenti che hanno la facoltà di decidere quello che è meglio per loro, gestendo autonomamente il proprio spazio ed il proprio corpo, al contrario potremmo pregiudicare il loro futuro.

Rating: 3.5/5. Su un totale di 4 voti.
Attendere prego...