diredonna network
logo
Stai leggendo: Grace, la Bimba di 13 Mesi che Segue la Paleodieta e Non si Ammala Mai

"Esiste uno schema svezzamento da seguire?"

La bellissima risposta di questa mamma a chi dice che suo figlio è "ripugnante"

Il trucco dei 5 elastici per mamme arrabbiate è virale

Ci pensa Ector, il peluche che tossisce se qualcuno fuma vicino ai bambini

Troppo criticate: la maggior parte delle mamme si sente in colpa

Fasciatoio: come creare un tenero angolo per il cambio del bambino

"Può accadere di rilasciare feci durante il parto?"

I genitori hanno un figlio preferito anche se dicono di no

Test di gravidanza: è attendibile dopo 32 giorni dal rapporto?

Neonati e animali: è pericolosa la convivenza?

Grace, la Bimba di 13 Mesi che Segue la Paleodieta e Non si Ammala Mai

Avete mai sentito parlare di paleodieta? Se la risposta è no, lo scoprirete presto: da un lato, una mamma decide di far seguire alla sua piccola di 13 mesi questo regime alimentare affermando che "la bimba non si è mai ammalata". Dall'altro c'è lo scetticismo dei dietologi.
grace e la paleo dieta
Fonte: dailymail.co.uk

Uova fritte in olio di cocco con verdure arrosto comprensive di patate dolci, carote, patate e broccoli al vapore in aggiunta a un quarto d’avocado e una piccola porzione di crauti. Detta così sembrerebbe una colazione – o, meglio, un brunch – in un bar, ma in realtà è solo il normale pasto mattutino di Grace, una bimba di 13 mesi del Queensland che segue la paleodieta.

A differenza della maggior parte dei genitori, la madre Shan Cooper si rifiuta di nutrire sua figlia con omogeneizzati confezionati. Alla piccola Grace “toccano” piuttosto pollo biologico e porzioni invidiabili di verdure in linea con la controversa dieta messa a punto dal celebre chef Pete Evans. Una dieta che mette al bando cereali e latticini a favore di cibi “dei quali gli uomini delle caverne andrebbero a caccia”, come per esempio carne, pesce, uova e frutta e verdura. E stando a Shan Cooper, la bimba – oltre a non ammalarsi praticamente mai – adorerebbe quel modo di mangiare. In pratica la piccola Grace non tocca mai nemmeno un carboidrato: segue la paleodieta sin dalla nascita, e la sua mamma fanatica di fitness assicura che la bimba, in 13 mesi, si sia ammalata una volta soltanto.

grace e la mamma shan cooper
Fonte: dailymail.co.uk

La madre, che ha scritto un e-book di cucina sana e ha una laurea in scienze agrarie, attribuisce la salute di ferro di sua figlia alle proprietà di rafforzamento del sistema immunitario legate a una dieta ricca di frutta e verdura.

Grace trascorre molto tempo con altri bambini che spesso sono malati, magari gli cola il nasino, hanno il raffreddore o la tosse, ma lei semplicemente non si ammala – ha raccontato Shan a Daily Mail Australia – e di sicuro non è perché la tengo lontana da chissà che. Sono semplicemente convinta che una dieta ricca di nutrienti stia contribuendo a sviluppare in lei un sistema immunitario molto forte.

Shan Cooper ha sentito parlare per la prima volta della paleodieta leggendo un libro, circa cinque anni fa. Aveva sempre dovuto combattere con allergie alimentari e si era già messa d’impegno per strutturare una dieta appositamente per se stessa, eliminando latticini, glutine e infine tutti i cibi confezionati.

Ero semplicemente stanca di non sentirmi al meglio – ha raccontato di nuovo al Daily Mail Australia -, questo regime per me è ora diventato la normalità.

Quando è nata sua figlia, per Shan è stato pressoché naturale inserire il suo modo di alimentarsi nell’educazione della bambina. Oltre alla paleodieta, lei allatta la piccola due volte al giorno. Grace, per avere un’idea, può iniziare per esempio la sua giornata mangiando uova fritte nell’olio di cocco o strapazzate e patate arrosto, carote e broccoli al vapore; il giovedì, il suo pasto mattutino include anche un quarto di avocado e una piccola porzione di crauti. Il pranzo generalmente comprende pollo biologico e verdure al vapore, mentre merende e snack sono composti da frutta di qualsiasi tipo, sebbene Grace preferisca su tutte banane e fragole. A cena vengono serviti noodles con verdure e pomodoro bio. Nella dieta i dolci sono molto rari: giusto per il compleanno di Grace, a ottobre, la mamma le ha preparato una pannacotta alla fragola con crema di cocco.

Shan e la piccola Grace
Fonte: dailymail.co.uk

Nonostante l’impegno richiesto dalla preparazione dei pasti per Grace, Shan afferma di voler evitare che la bimba possa mangiare cibi eccessivamente zuccherati o confezionati. Specialmente pensando alle feste dei bimbi in cui generalmente c’è grande abbondanza di torte e bibite gassate.

La dieta di Grace non è strana, è ciò che le persone normali non mangerebbero. Ma lei la adora – rincara la dosa Shan Cooper – Io non le do toast o cereali né niente di tutto questo. Ma se mangiasse un pezzo di pane non avrei un attacco isterico. Non le proibisco di andare alle festine degli altri bambini. Ci va e mangia ciò che trova là. Non sono mai andata da Grace dicendole ‘Non puoi mangiare nulla a quella festa, ti ho messo in un sacchetto dei broccoli, ora vai’. È sufficientemente grande da sapere che può scegliere di mangiare qualsiasi cosa voglia. Ma poi torna a casa piena di zucchero e torta e dice ‘Mamma, non mi sento molto bene’. Così la volta successiva anziché mangiare 12 cupcakes sa che ne possono bastare tre. Non voglio crearle confusione e disordini con l’alimentazione, visto anche che è una femminuccia. Voglio che Grace mangi ciò che la fa sentire bene ed è la ragione per cui io mi nutro in questo modo, sebbene io non pensi che mangiare una pagnotta mi ucciderebbe. Quando esco a cena con gli amici… Mangio ciò che c’è sul menù.

grace paleodieta
Fonte: dailymail.co.uk

La dietologa dr. Rosemary Stanton invita dal canto suo alla cautela altre madri che stiano considerando di seguire lo stesso percorso intrapreso da Shan Cooper.

Non è generalmente una buona idea sottoporre un bimbo a una dieta tanto restrittiva, in particolare se non ci sono valide ragioni per farlo – ha detto il medico a Daily Mail Australia -. Spero che la mamma sappia cosa può comportare la carenza di legumi e cereali nella dieta. Privare la bimba di queste sostanze le renderà più difficile avere un regime alimentare bilanciato, nonostante l’allattamento al seno sia un grande sostengo per la piccola, in quanto compensa l’assenza di latticini.

Di contro, Shan Cooper si chiede come mai gli stessi consigli precauzionali non vengano dati ai genitori che portano ogni sera i figli a cena al fast food.

Se un genitore vuole rimpinzare i suoi figli di schifezze che faccia. Io non sono su internet a prendere in giro la gente. Ognuno fa ciò che pensa che sia la cosa giusta per suo figlio. Ma perché le persone trovano offensivo un piatto di verdure e non un pezzo di pane? Questo sì che è strano…

Insomma, amiche, il dibattito è aperto. Voi che ne pensate? Credete che Shan stia esagerando o che abbia le sue buone ragioni?

aggiornamenti