logo
Stai leggendo: “12 vere ragioni (semiserie) per cui abbiamo avuto figli”

"12 vere ragioni (semiserie) per cui abbiamo avuto figli"

Perché si hanno dei figli? Una blogger lancia un thread su Twitter per spiegare le vere ragioni (ironiche) per cui si diventa genitori. Le risposte al suo tweet sono a dir poco esilaranti.

Essere genitori, una delle esperienze più belle della vita, secondo alcuni, un elemento in più ma non assolutamente indispensabile per la realizzazione personale, secondo altri.

È così, sarà sempre un argomento di discussione accesa fra quanti vedono nell’avere un figlio il momento di massimo completamento della propria vita e chi, per contro, non vive quotidianamente con l’angosciosa sensazione dell’orologio biologico e di quell’appuntamento con la gravidanza che non arriva.

Non tutti vogliono avere un figlio, non tutti idealizzano la maternità (e la paternità) come quell’attimo in cui si avverano completamente i sogni e le ambizioni di una persona.

Anzi, qualcuno – finalmente – ha provato a sdoganare gli stereotipi classici  sulla genitoralità (sullo stile di “Ti abbiamo voluto fortemente”, “Ti aspettavamo da sempre”)  lanciando un thread su Twitter che, in breve tempo, è diventato un vero e proprio trend topic tra mamme e papà. La blogger – e mamma – Bunmi Laditan ha infatti condiviso un tweet originale, naturalmente ironico, scherzando sul fatto che i bambini dovrebbero prendere il nome dai veri motivi per cui sono stati concepiti, e dopo il suo post centinaia di madri e padri hanno candidamente pubblicato le vere ragioni per cui oggi hanno dei figli.
Ma quali sono dunque queste ragioni semiserie, che ovviamente vanno prese per quello che sono, cioè un modo assolutamente divertente per rompere i tradizionali schemi legati alla maternità/paternità?

The Indipendent ne ha riportate alcune, davvero spiritosissime, sottolineando come in molti abbiano confessato che l’alcol ha giocato un ruolo decisamente rilevante nell’avvenuta gravidanza, mentre altri si sono appellati al moderno Netflix oppure al freddo, dichiarando come siano stati di supporto nel concepimento.

Laditan ha suggerito di ipotizzare come si sarebbero chiamati i figli se avessero avuto il nome del motivo che ha portato al loro concepimento: inutile dire che le risposte sono davvero spassose.

Hey, Problemi Coniugali – scrive la blogger – smettila di colpire Preservativo Rotto che sto cercando di mettere Hennessy [è un cognac, per chi non lo sapesse, ndr] a nanna.

Le risposte che ha ricevuto non sono affatto male.

Hey Troppa Tequila, devi fare da babysitter a Il Dottore Ha Detto Che Non Rimarrò Incinta Di Nuovo mentre vado al negozio di liquori!

C’è anche chi, come Bill Flanigin, propone questo nome.

Siamo Troppo Disturbati Per Fare Qualsiasi Cosa, Ma Il Sesso È Divertente E Gratuito. Un po’ lungo.

Volete sapere altri nomi alternativi e fantasiosi che i genitori avrebbero dato ai figli se avessero voluto rispettare la vera ragione per cui sono stati concepiti? Fra le risposte migliori ricevute dal tweet di Laditan figurano “Le Mimose Per Il Compleanno Di Mamma”, “Mi Ha Regalato Dei Diamanti” “L’Orologio Sta Ticchettando” e, fra i più giovani, è sembrato molto in voga “Ho Evitato La Laurea”.
Altri motivi ancor più fantasiosi sono “Obama Sarà In Ufficio Per Un Anno, Penso Che Finalmente Possa Rilassarmi”, “Il Primo Non È Un Bambino Carino” e “Non ha Messo In Tempo Netflix”.

Sia chiaro, tutte queste ragioni vanno lette per quel che sono, un modo ironico per raccontare la propria vita da genitore.
Una cosa è certa: per fortuna per questi bambini sono stati scelti altri nomi!

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...