logo
Stai leggendo: Camera gestazionale, il luogo che ospiterà il tuo piccolo per nove mesi

Camera gestazionale, il luogo che ospiterà il tuo piccolo per nove mesi

La camera gestazionale è il nido che ospiterà il vostro bambino, dalla fase embrionale al parto. Qui di seguito vi parliamo di come si presenta e quali possono essere le possibili complicazioni, come camera gestazionale vuota o piccola.

La camera gestazionale è il primo segno visibile che conferma la gravidanza in corso. Dopo la quarta settimana di gestazione può essere rilevata attraverso un’ecografia. Il suo compito durante è quello di ospitare l’embrione.

Cosa succede se è vuota o piccola? Scopriamolo insieme.

Cos’è la camera gestazionale?

Durante le prime settimane di gravidanza si forma l’embrione, il quale si impianta nella cavità uterina. Entro una settimana, quindi all’incirca tra la quarta e la quinta settimana, si crea all’interno dell’utero la camera gestazionale, ovvero il nido destinato a ospitare l’embrione e il futuro bambino.

Quando si vede la camera gestazionale?

La presenza della camera gestazionale nell’utero è il primo segno di gravidanza. Si può vedere già dopo 4-5 settimane dall’ultima mestruazione attraverso un’ecografia vaginale o addominale. Camera gestazionale e sacco vitellino sono visibili attraverso un’ecografia precoce alla quale una donna incita può sottoporsi.

La camera gestazionale e il sacco vitellino

Non bisogna assolutamente confondere la camera gestazionale con il sacco vitellino: quest’ultimo è una struttura embrionaria visibile dalla quinta settimana anche se la sua formazione è iniziata dalla seconda settimana di gravidanza. Ha la forma di un anello molto sottile e si trova all’interno della camera gestazionale. Cresce un millimetro a settimana, fino alla dodicesima, quando scompare per lasciare posto alla placenta, che si occuperà del nutrimento dell’embrione.

All’interno del sacco vitellino si trova il fluido vitellino, la sostanza che nutre l’embrione. Dopo i primi mesi, come dicevamo precedentemente, il sacco vitellino inizia a deteriorarsi in modo naturale; nonostante la sua poca presenza durante la gravidanza, il sacco vitellino è fondamentale perché ospita l’embrione durante la sua formazione estetica e funzionale.

camera gestazionale - Ecografia primi tre mesi
Fonte: web

La camera gestazionale vuota: sintomi e cause

Com’è possibile scoprire se la camera gestionale è vuota? L’unico modo per saperlo è attraverso un’ecografia. Già al primo controllo l’anomalia è visibile. Tuttavia, la diagnosi non può essere certa fino alla sesta settimana, per un possibile ritardo del concepimento rispetto ai calcoli della coppia. Se un’ecografia della settimana o ottava settimana mostra l’assenza di battito e l’embrione non è visibile la gravidanza si è sicuramente interrotta.

Come spiega Arianna Prada, ginecologa e consulente di ASM, l’Associazione per lo Studio delle Malformazioni, dopo il concepimento le cellule si moltiplicano velocemente. Una linea cellulare è destinata alla formazione dell’embrione, mentre una seconda linea cellulare formerà gli annessi fetali, ovvero corion, sacco amniotico, placenta. Quando la camera gestazionale è vuota, la linea cellulare destinata alla formazione dell’embrione e successivamente del bambino si è interrotta a causa di un’anomalia cromosomica.

La maggior parte degli aborti spontanei che avvengono nei primi tre mesi di gravidanza sono causati proprio da un’anomalia dei cromosomi, avviene cioè una sorta di selezione naturale e quindi indipendente da qualsiasi possibilità di prevenzione. In questo specifico caso di parla di aborto precoce, ovvero un aborto che si verifica quando l’ovulo fecondato si impianta nell’utero ma non si sviluppa e non diventa un embrione.

La camera gestazionale piccola: cause

Una camera gestionale piccola può essere diagnosticata tale solo dopo che con il susseguirsi del periodo gestazionale le dimensioni della camera non aumentano. Solitamente il ginecologo alla prima ecografia suggerisce di ripresentarsi per un secondo controllo dopo qualche giorno per ripetere l’esame e assicurarsi che non ci sia alcun margine di crescita.

Le cause di una camera gestazionale piccola possono essere il ciclo mestruale irregolare e l’orientamento dell’utero. La camera gestazionale piccola è stata infatti riscontrata più volte nelle donne che presentano un utero anteflesso o retroflesso.

La conseguenza dell’avvicendarsi di questa situazione, durante la quale la camera gestazionale non cresce (dovrebbe aumentare di 1 mm al giorno) è lo sviluppo non corretto dell’embrione. Di conseguenza i rischi sono alti, uno tra tutti il battito cardiaco che potrebbe fermarsi da un momento all’altro.