logo
Galleria: Michelle Obama si confessa: dall’aborto spontaneo alle fecondazioni in vitro

Michelle Obama si confessa: dall’aborto spontaneo alle fecondazioni in vitro

Michelle Obama si confessa: dall'aborto spontaneo alle fecondazioni in vitro
Foto 1 di 7
x

Le tematiche relative al concepimento e al mantenimento della gravidanza non sono sempre divulgate in modo adeguato. Per questo è importante che una grande donna, in vista e stimata come Michelle Obama, parli apertamente di questi temi, affinché tutte le donne possano riuscire a viverle meglio. Tra gli argomenti affrontati dall’ex first lady statunitense nel suo nuovo memoir Becoming ci sono infatti l’aborto spontaneo e la fecondazione in vitro, come riporta Bust.

Moltissime questioni femminili in questo campo sono dei tabù, ma questa storia ci dovrebbe insegnare una cosa importante. E cioè che un aborto spontaneo può capitare a chiunque, anche a una donna forte e aperta come Michelle Obama e che non bisogna essere restie ad abbracciare tecniche come la fecondazione in vitro se si vuole restare incinte. Quest’ultimo punto è da sempre un po’ particolare, perché tutto ciò che ha a che fare con il concepimento non tradizionale genera dilemmi etici.

Ligabue: "Ho perso tre figli, ma nessuno considera l'aborto un vero lutto"

Ligabue: "Ho perso tre figli, ma nessuno considera l'aborto un vero lutto"

Noi crediamo che ci sia una misura in tutto. Magari l’accanimento sulla propria eventuale fecondazione in vitro non va bene – come l’accanimento su qualunque cosa – ma bisogna comprendere che oggi ci sono queste possibilità per le donne ed è la consapevolezza e la legalità che riescono a mantenere i confini anche di natura etica su certe pratiche. Anzi, se proprio dobbiamo trovare un neo è che queste pratiche sono talvolta molto costose. Sfogliamo insieme la gallery per scoprire cosa ha detto Michelle Obama.