logo
Stai leggendo: Spotify: Arriva la Playlist che Aiuta le Mamme Durante il Parto Studiata da un Ginecologo

Spotify: Arriva la Playlist che Aiuta le Mamme Durante il Parto Studiata da un Ginecologo

Dalla rottura delle acque, passando per le contrazioni più dolorose fino alla nascita del proprio piccolino: un ginecologo ha studiato la playlist perfetta per accompagnare tutti gli stadi del parto e ci svela i suoi segreti per creare la nostra su Spotify!
Fonte: Web
Fonte: Web

Borsa per correre in ospedale nel bel mezzo della notte? Fatta! Corso pre-parto? Finito! Termine? Quasi scaduto! Cosa manca? Ma la musica, ovviamente!

Il Dottor Jaques Moritz, ostetrico e ginecologo di New York, ha messo a punto una playlist sulla piattaforma di streaming musicale Spotify perfetta per il parto: una serie di canzoni testate e approvate in sala parto, che aiutano le quasi mamme in uno dei momenti più difficili e, allo stesso tempo, importanti della propria vita.

Si parte lenti e poi si sale di ritmo, in corrispondenza delle contrazioni che aumentano e la sana euforia che sale e si conclude l’esperienza del parto scendendo nuovamente a brani più rilassanti: da titoli espliciti e da seguire alla lettera come Just Breathe (Respira) dei Pearl Jam, Let It Go (Lascia Andare) di James Bay e Under Pressure (Sotto Pressione) di Queen e David Bowie, alle sincere Naked As We Came (Nudi come siamo venuti/nati) degli Iron&Wine e Fruits Of My Labor (Frutto del mio lavoro/travaglio) di Lucinda Williams, fino alla chiusura trionfante su le commuoventi note della Suite per Violoncello Solo N°1 di Bach.

Mamme e future mamme, se siete curiose di ascoltarle la Birthing Playlist del Dottor Moritz la trovate qui!

Ma la playlist su Spotify del Dottor Moritz non è legge: può anche essere solo semplicemente presa ad esempio! Infatti, come lui stesso ha verificato, il 70% delle sue pazienti arriva in sala parto con la propria musica già selezionata.

“La musica influenza profondamente il sistema limbico del nostro sistema nervoso centrale, che gestisce i nostri ricordi, le emozioni e il modo in cui affrontiamo la paura e il dolore. Il fatto che le donne utilizzino la musica durante il parto come fonte di conforto e forza è un gesto sensato. Inoltre, gli ospedali, e in particolare le sale parto, possono essere rumorosi e disagevoli e una buona playlist può aiutare le mamme a distrarsi da questi rumori e ad affrontare meglio la paura e il dolore, vivendo un’esperienza di parto più positiva.”

Per chi volesse creare la propria playlist perfetta per il parto o ampliare quella del Dottor Moritz, il ginecologo americano suggerisce di scegliere musica “vecchia e familiare”, magari legata all’adolescenza della donna o canzoni simbolo della storia d’amore della coppia. Preferire i brani strumentali a quelli più cantanti, che potrebbero innervosire e distrarre la donna quando invece si dovrebbe concentrare sul proprio corpo: quindi essere solo di sottofondo. Creare una playlist che duri minimo 5 ore e fino a 10 per seguire tutti gli stadi del parto. E infine, scegliere canzoni che facciano sentire la futura mamma bella, rilassata e felice, perché la musica scelta sarà inevitabilmente per sempre legata al ricordo del giorno più importante ed emozionate della vostra vita.

Voi cosa ne dite, funzionerà davvero?

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...