Perché i problemi di immagine corporea delle donne incinte vengono spesso trascurati?

Veder crescere il proprio pancione quando si è in dolce attesa è per molte donne motivo di grande felicità, e poco importa se si acquista qualche chilo. Per altre donne, invece, l’aumento di peso e l’inevitabile trasformazione del corpo durante la gravidanza può far sorgere insicurezze e depressione.

Una nuova ricerca conferma che molte donne sperimentano problemi di immagine corporea durante e dopo la gravidanza, con possibilità di sviluppo di disturbi alimentari e depressione post-partum.

Il rischio di suicidio delle donne durante la gravidanza o il post-partum. I dati

Nello studio, pubblicato sulla rivista Archives of Women’s Mental Health, i ricercatori hanno registrato le esperienze di 161 partecipanti, durante la gravidanza o dopo il parto. Le donne avevano tutte una età compresa tra 18 e 45 anni. Circa il 60% delle partecipanti ha ammesso di voler perdere qualche chilo. Il 50% ha ammesso di essere insoddisfatto del proprio corpo dopo la crescita del pancione e le trasformazioni fisiche dovute alla gravidanza. Il 40%, invece, ha dichiarato che la gravidanza ha acuito il senso di insicurezza relativo al proprio corpo.

Lo studio è relativamente piccolo, ma ha messo in evidenza un problema che di certo molte donne si sono trovate ad affrontare. “C’è ancora una cultura che stabilisce che la donna debba sentirsi esclusivamente felice del fatto di essere incinta”, ha dichiarato l’autrice principale dello studio, Rachel Vanderkruik. “Ma l’esperienza delle donne con i loro corpi che cambiano è significativa e penso che non se ne sia mai parlato abbastanza“.

Yoga in gravidanza: perché praticarlo (senza eccessi) fa bene alla futura mamma

I pericoli della glorificazione della maternità

La glorificazione della maternità ha favorito la sedimentazione nella società dell’idea che la gravidanza sia “il momento più felice nella vita di una donna”. Le preoccupazioni delle donne incinte riguardo al loro corpo sono quindi considerate indegne di attenzione, perché la gravidanza è intesa solo come una “benedizione”. Questo genera un senso di vergogna nelle future madri, che può ripercuotersi seriamente sulla loro salute psicologica.

Tuttavia, il senso di insoddisfazione insicurezza di molte donne è facilmente spiegabile in un mondo che demonizza l’aumento di peso e venera i corpi magri e atletici. “Vivere in modo poco positivo il cambiamento del corpo durante la gravidanza non significa non apprezzare il fatto di essere in procinto di diventare madre”, ha spiegato Jessica Byrd, una terapeuta dell’Arizona.

L’importante, ha affermato Byrd, è non tenersi tutto dentro ma parlare dei propri problemi con le persone più vicine. “Hai persone intorno a te che non ti metteranno pressione”, ha dichiarato Byrd. “Sono loro che ti aiuteranno a sentirti meglio quando sarai a disagio”.

Articolo originale pubblicato il 28 Settembre 2022

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!