diredonna network
logo
Stai leggendo: Fotografie in 4D: I Feti Sofferenti delle Madri Fumatrici, Inchiesta Shock

Mola vescicolare, che cos'è, sintomi e cause

Il raschiamento uterino è doloroso? Quando è necessario farlo?

Sport in gravidanza: si può fare?

"Avrà un bimbo da sola": storie di italiane single all'estero per avere un figlio

"10 cose che voglio che mia figlia sappia sul suo corpo"

Maternità facoltativa: come e perché richiederla

La reazione di questo papà alla nascita del figlio è epica

Essere 'matrigna': "Sono non-madre della figlia di un'altra ed è meraviglioso"

L'altra faccia della discriminazione: "Noi donne senza figli, lavoratrici di serie B"

Parto: perché dovresti pretendere non venga tagliato subito il cordone ombelicale

Fotografie in 4D: I Feti Sofferenti delle Madri Fumatrici, Inchiesta Shock

Fotografie in 4D per dimostrare quanto il fumo danneggi il feto. Se avete un'amica incinta e fumatrice fatele leggere questo articolo!
(foto: Web)
(foto: Web)

Da sempre si sa che il fumo fa male ed è molto dannoso anche per il bambino che le donne portano in grembo.

Eppure ancora troppe madri perserverano con questo vizio anche durante la gravidanza.
Ora però, a dimostrare al 100% come le sigarette danneggino il feto ci sono delle documentazioni scientifiche in formato fotografia 4D.
In questi scatti si notano le reazioni fisiche del feto ad ogni boccata di sigaretta.

A renderle note è stata la dottoressa Nadja Reissland, studiosa della Durham e Lancaster University, che ha riprodotto in 4D le immagini delle ecografie di donne fumatrici e non, rilevando come ci siano delle reali differenze tra i feti e quanto soffrano a causa del fumo inspirato che produce in loro un ritardo nello sviluppo del sistema nervoso centrale.

“Questo studio e questo nuovo metodo di rappresentare il feto non ancora nato significa che possiamo vedere qualcosa che fino ad ora ci era stato impossibile conoscere ed è l’ennesima prova circa gli effetti negativi del fumo durante la gravidanza”

ha commentato il co-autore dello studio, Brian Francis.

(foto: Web)
(foto: Web)

Per il dott. Roissland invece il futuro nascituro è sotto stress e le fotografie lo confermano.

Il campione preso in esame era composto da 20 mamme, delle quali quattro fumatrici di una media di 14 sigarette al giorno. I feti sono stati monitorati e “fotografati” a 24, 28, 32 e 36 settimane di gestazione.