logo
Stai leggendo: Cose da non dire mai a una donna senza figli (detto da una mamma)

Cose da non dire mai a una donna senza figli (detto da una mamma)

Da madri sappiamo bene quanto certe domande e affermazioni sui nostri figli possano essere fastidiose, ma abbiamo mai pensato a quelle che rivolgiamo noi alle donne che non hanno figli?

Noi mamme spesso siamo le prime a lamentarci di qualsiasi cosa, specialmente quando qualcuno tocca il nostro “essere mamma”. Inutile negare quanto riusciamo a diventare permalose, quando si permettono di dirci cosa fare con i nostri figli o, addirittura, come crescerli al meglio. Ci lamentiamo di tutte le cose che ci vengono dette durante la gravidanza, dopo il parto e quando i pargoli iniziano a diventare un po’ più grandicelli. Mal sopportiamo qualsiasi consiglio, specialmente se non richiesto e, spesso, andiamo contro chi si permette di “mettersi in mezzo” nella nostra vita da genitore.

Okay, nel post-parto abbiamo la scusa di essere abbastanza suscettibili a causa degli ormoni sballati, ma poi non abbiamo più molte giustificazioni. Tuttavia, abbiamo mai provato a vedere l’altro lato della medaglia? Ovvero se anche noi, a volte, avessimo delle uscite non del tutto gradevoli nei confronti delle donne senza figli?

Abbiamo capito bene quanto determinate frasi possano essere fastidiose, se non addirittura odiose, nei nostri confronti, specialmente da parte di chi non è genitore. Eppure, anche noi possiamo avere delle uscite che forse dall’altra parte non vengono viste come atto di bontà. Frasi a dir poco indelicate che, agli occhi degli altri, potrebbero risultare anche offensive. 

Ricordate la famosa frase “se non hai figli, non conosci il vero significato della felicità” oppure “se non sei mamma, non sai cosa significa essere stanca“? Ecco, queste sono due delle frasi più gettonate che noi mamme diciamo a chi non ha dei bambini, ma non sono di certo le uniche.

Ecco quali sono le cose che noi mamme dovremmo smettere di dire a chi non ha figli!

4 cose da non dire a chi non ha figli

“Beata te che hai tempo”

Magari una nostra amica o comunque una conoscente ci rende partecipe del suo shopping sfrenato in giro per il centro della città o del corso di yoga che ha iniziato da poco. Ecco, arriva immediatamente la famosissima frase “beata te” insopportabile solo da pensare. Perché dobbiamo subito rovinare l’entusiasmo di chi ha di fronte perché ha semplicemente trovato il tempo di fare qualcosa di piacevole rispetto a te? Ecco, forse non abbiamo tutto il tempo del mondo a causa del lavoro, della famiglia, dei bambini, della casa e tutto il resto, ma non per questo dobbiamo uscircene con delle frasi che a chi abbiamo di fronte potrebbe dare molto fastidio.

“Tu non puoi capire” 

Okay, forse siamo state le prime a dire molte” cattiverie” riguardo la maternità e poi, una volta diventate mamme abbiamo iniziato a comportarci in modo completamente diverso. Diventare mamma ti cambia completamente la vita ed è vero che molte cose le capisci solo dopo. Ma non significa che siamo diventate più intelligenti rispetto a chi non ha figli, solo che certe situazioni le capisci solo se le vivi personalmente. Quante volte una nostra amica di esprime un suo pensiero riguardo, ad esempio, di come sarebbe come madre e noi rispondiamo con questa fastidiosissima frase?

“Perché non hai figli?”

Ecco, questa è una domanda che se viene rivolta a qualcuno con cui non abbiamo molta confidenza, potrebbe risultare invadente. Se si tratta di un’amica intima, sicuramente potremmo venire a conoscenza del motivo per cui non vuole avere figli. Se, invece, parliamo di qualcuno che abbiamo appena conosciuto, direi che sia il caso di evitare. E di solito precede poi la più odiosa di tutte:

“Vedrai che poi cambi idea”

Questa domanda presuppone che la gioia della maternità (la nostra gioia) sia universale per tutte le donne e non si riesce proprio a concepire che una donna non voglia avere figli, che non provi prima o poi il desiderio di diventare madre. E magari esplicitiamo tale convinzione dopo innumerevoli e contraddittori “beata te” che minerebbero lo spirito materno della ragazza più convinta. Il punto è che non è obbligatorio fare figli e non tutte sono portare per farlo. Ignorare questa verità, con frasi solo apparentemente “caritatevoli” come questa, in realtà nutre nella mente di chi ascolta la sensazione di essere in qualche modo “sbagliata” e ciò sarebbe un grave torto da fare a un’altra donna.

Oltre a queste cose da non dire, c’è anche qualcos’altro che ci rende a volte fastidiose: parlare solo e unicamente dei nostri bambini. Usciamo con delle amiche e parliamo di pappe e pannolini. Stiamo al telefono con un’amica e ci lamentiamo dei nostri figli e dei danni che combinano. Ecco, è comprensibile la voglia di condividere con altri le gioie (e i dolori) procurati da chi assorbe gran parte della nostra vita, ma occorre avere anche la maturità per comprendere che alle altre (mamme o non mamme) non è detto che interessi. Parlare sempre e solo di un argomento (qualunque esso sia) stuferebbe chiunque.

Rating: 5.0/5. Su un totale di 5 voti.
Attendere prego...