Un test di gravidanza positivo è qualcosa che, all’occorrenza, può terrorizzare o riempire di gioia. Se si parla di una gravidanza inaspettata o indesiderata molto probabilmente il risultato positivo non sarà accolto benissimo, mentre se si cerca di restare incinte la visione del fatidico + sul test è davvero il momento più bello da vivere.

Peccato che esista una sorta di discriminazione anche nel mondo della fertilità, o meglio una difficoltà maggiore, per le persone grasse. Lo spiega Nicola Salmon, che si definisce una fat-positive fertiliy coach (una coach per la fertilità fat-positive), ed è un’attivista che si occupa di far conoscere molti aspetti che interessano la vita delle persone grasse.

I test di gravidanza non sono fatti per le persone grasse – scrive nel post, pubblicato sulla sua pagina Instagram, fatpositivefertility – Sapevi che i test di gravidanza non funzionano bene per le persone grasse? Non solo abbiamo il problema dell’accessibilità nel poterli usare, ma anche i nostri livelli di hCG (l’ormone rilevato nei test di gravidanza) possono essere inferiori a seconda del nostro peso. Questo significa che i test di gravidanza possono non mostrare un risultato positivo così presto come ci si aspetta.

Se Instagram censura i corpi grassi

Questo è importante da sapere per le persone grasse! Perché?
Perché quando stai cercando attivamente di rimanere incinta, l’attesa di due settimane tra l’ovulazione e quando puoi fare il test può rappresentare una sfida per la tua salute mentale. Capire che il test di gravidanza potrebbe non funzionare così rapidamente per te significa che puoi gestire le tue aspettative rispetto al quando potresti vedere un risultato positivo.

Perché quando stai affrontando un trattamento di fertilità e le tue hCG vengono misurate dopo il tuo ciclo, un risultato basso può essere terrificante. Se tu sapessi che potrebbe capitare un risultato più basso del previsto, e che potresti avere migliori indicazioni con l’aumento di hCG dopo due giorni, potrebbe rassicurarti.

La conoscenza di come funzionano queste cose per i nostri corpi grassi è potere.

La Beta-hCG è l’ormone prodotto fin dai primissimi giorni di gravidanza da un primo abbozzo di placenta, proprio quando l’embrione si annida nell’utero, ed è riscontrabile nel sangue già a partire da sette giorni dopo il concepimento; l’obesità influisce però, oltre che sulle capacità stesse di restare incinte, anche sulla rilevazione del corretto livello di Beta, che generalmente raddoppia il proprio valore di giorno in giorno, dando risultati più bassi rispetto a quelli che teoricamente si dovrebbero avere. Ma spesso questa informazione non viene comunicata e, proprio come scrive Nicole, le donne che cercano una gravidanza sono convinte di trovarsi di fronte a un insuccesso, con tutte le conseguenze psicologiche del caso. Per questo è importante parlarne.

Articolo originale pubblicato il 1 Ottobre 2021

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!