Baby shower: 3 idee per la festa per le future mamme | Roba da Donne

La tendenza del momento, in fatto di nascite, è il baby shower, moda che ha preso piede tra vip e non solo. Per le mamme in procinto di partorire questa festa è diventata un momento irrinunciabile per festeggiare il lieto evento con le amiche e a volte si è pronti a spendere anche cifre molto alte per organizzare un party davvero esclusivo e originale, curato in ogni singolo dettaglio.

C’è da pensare agli inviti, al cibo, agli addobbi, ai regali, all’allestimento e ovviamente più sono le esigenze e le richieste e più i costi lievitano. Molto chiacchierato è stato il baby shower di Meghan Markle. La duchessa del Sussex e moglie del principe Harry è volata a New York per i festeggiamenti e avrebbe speso circa 500mila dollari, tra volo, alloggio e festa.

Le foto ufficiali del battesimo di Louis di Cambridge. Ci sono (quasi) tutti

Baby shower: significato

Il baby shower è la festa con cui si celebra la futura mamma, organizzata solitamente intorno al settimo-ottavo mese di gravidanza. Un modo, insomma, per prepararsi ad accogliere il bebè, portare dei regali, far sentire alla mamma tutto il calore di amici e parenti.

Il termine stesso, come si può intuire, significa letteralmente “pioggia di regali”, proprio perché ovviamente gli invitati non si presentano certo a mani vuote, ma portano dei presenti sia alla mamma che al nascituro.

Di solito è una festa al femminile in cui vengono coinvolte solo le amiche, così da potersi scambiare consigli sul parto, sull’allattamento, sui primi mesi di vita del bimbo che sta per arrivare e su come accudirlo al meglio. Ma non è detto che si debbano per forza escludere gli uomini.

Baby shower: la tradizione

Quella in onore della donna che sta per partorire è una tradizione portata avanti, in modi diversi, in tutto il mondo. Ciascun Paese ha le sue usanze. In India si è soliti organizzare una vera e propria cerimonia in onore della futura mamma, a cui vengono portati doni dalle donne della famiglia le quali sussurrano benedizioni e frasi di buon augurio all’orecchio della festeggiata. Quest’ultima per l’occasione veste come una sposa. Anche in Africa, Asia e America Latina si è soliti organizzare il baby shower, anche se la festa è conosciuta con altri nomi.

Per come la conosciamo noi in Occidente, la tradizione è di origine statunitense: da lì si è poi estesa anche altrove, in Europa e Italia compresa.

Diversa è la situazione in Oriente, dove non si è soliti festeggiare il bebè prima della sua nascita, ma solo quando ha compiuto un mese di vita.

Come organizzare un baby shower? 3 idee per la festa

In questo giorno speciale, la mamma vuole che sia tutto perfetto. Non c’è necessariamente bisogno di spendere cifre astronomiche per organizzare un party curato e d’effetto, dove gli ospiti possano divertirsi e mangiare bene e che possano ricordare con affetto. Si tratta innanzitutto di un modo per stare vicini alla futura mamma e farle sentire il calore che accoglierà anche il bebè in arrivo. Ecco 3 elementi che rendono indimenticabile il baby shower.

1. Decorazioni

baby shower
Fonte: Istock

Ghirlande, festoni, palloncini, coriandoli: addobbare la casa è uno degli aspetti più divertenti delle feste e, nello specifico di un baby shower, ci si può sbizzarrire. Alcune mamme organizzano feste a tema, altre si concentrano sui classici addobbi blu o rosa, a seconda del sesso del nascituro. Si può coinvolgere ogni angolo della casa, oppure solo la stanza dove avverrà la festa, meglio ancora se si tratta di uno spazio all’aperto. E ovviamente, si può decorare anche la tavola con articoli personalizzati, a cominciare dalla tovaglia ai piatti ai sottobicchieri.

Gettonatissime per delle foto ricordo davvero simpatiche e originali, sono le cornici giganti per i selfie.

2. Cibo

Se il party si svolge di pomeriggio l’ideale è optare per una merenda a base di tè, biscotti e pasticcini. Un’ottima soluzione, indicata a qualunque orario, è il buffet, sia salato che dolce, opzione che solitamente accontenta tutti, anche in caso di feste numerose. Con la collaborazione di tutte le invitate si può anche pensare a un pranzo o una cena, in cui ciascuna porta qualcosa.

Immancabile è la torta e solitamente sulle tavole dei baby shower trovano posto i coloratissimi e gustosi cupcake.

3. Regali

baby shower
Fonte: Istock

Dal momento che il baby shower è diventato davvero molto gettonato, anche le aziende di prodotti per l’infanzia si sono adeguate, mettendo a disposizione delle future mamme e delle invitate tutta una serie di servizi e opzioni, come gadget e giochi a tema per la festa, bomboniere da lasciare agli ospiti, liste simili alle liste nozze, così da guidare nella scelta del regalo. Anche se per alcune è un’opzione poco elegante, in realtà è l’unico modo per evitare doppioni e far sì che si ricevano davvero oggetti utili e necessari, che possano far contenta la mamma e il bambino.

La regina delle idee, in questo senso, che coniuga utilità ed effetto sorpresa, è l’ormai famigerata torta di pannolini. Immancabili i fiori, da portare in dono alla futura mamma. Sempre ben accetti sono i doni realizzati col fai da te, come copertine lavorate a mano o vestitini ricamati. Molto di moda sono i regali coordinati: per esempio pigiami per la mamma uguali a quelli del bambino.

Regali più classici, ma sempre utili, sono: cornici o album per foto ricordo, accessori per il bagnetto del piccolo, termometro, fasciatoio portatile, carillon e tutine, che non sono mai abbastanza.

Articolo originale pubblicato il 13 Dicembre 2019

La discussione continua nel gruppo privato!