logo
Stai leggendo: Linea nigra e linea alba: perché si manifestano in gravidanza?

Linea nigra e linea alba: perché si manifestano in gravidanza?

La linea nigra è una linea di pelle più scura che si può manifestare in alcune donne in gravidanza. Nessun problema in vista, si tratta solo di ormoni.

La linea nigra è la striscia di pelle più scura larga circa una centimetro che può comparire in centro all’addome, solitamente dal secondo trimestre di gravidanza. La formazione della linea nigra è un fenomeno naturale e comune, causato dagli ormoni della gravidanza, che aumentano la produzione della melanina in alcune zone del corpo e del viso e provocano un’iperpigmentazione della pelle in determinati punti.

Cos’è la linea nigra?

La linea nigra si manifesta come una striscia verticale di colore scuro che si estende dal pube all’addome e talvolta raggiunge anche il seno. Larga circa un centimetro, divide l’addome in due metà perfettamente simmetriche. La sua estensione, come la colorazione, tra il bruno e il marrone scuro, varia da donna a donna. La linea si presenta generalmente dopo il sesto mese di gravidanza con un’estensione ridotta e un colore più tenue: si espande e diventa più scura durante il proseguire della gravidanza.

La linea nigra non è un elemento fondamentale della gravidanza: può manifestarsi in alcune donne in tempi diversi e in altre non manifestarsi mai.

Quando compare la linea nigra?

Come dicevamo la linea nigra non è assolutamente un indicatore dell’evoluzione della gravidanza. Si tratta di un fenomeno comune, ma non necessario e onnipresente, che compare solo ed esclusivamente durante la gravidanza. Solitamente tende a manifestarsi dopo il secondo trimestre di gestazione, ovvero dopo la ventiduesima settimana.

La causa di questo segno cutaneo è la forte stimolazione degli ormoni della gravidanza, in particolare degli estrogeni, i quali hanno grade effetto sulla produzione della melanina. La responsabile della crescita di questa linea è proprio la melanina e in particolare il fenomeno di iperpigmentazione.

L’aumento della produzione di melanina ha degli effetti anche in altre parti del corpo come i lati del naso, il labbro superiore, le guance e la fronte, le areole, la vulva e la parte interna della coscia. Queste zone, durante la gravidanza, possono diventare più scure: vengono a crearsi delle vere e proprie macchie sulla pelle. L’esposizione ai raggi del sole può aumentare la manifestazione di questo fenomeno e la sua intensità, per questo è consigliato proteggere la pelle dai raggi ultravioletti del sole.

La linea nigra non compare obbligatoriamente e con un data precisa in tutte le donne, dipende soprattutto dal tipo di carnagione. Per esempio, le donne con la pelle scura sono più predisposte alla sua manifestazione, questo per via della maggior produzione di melanina nel loro corpo rispetto a chi ha una carnagione chiara. Nelle donne con la pelle scura la linea nigra può comparire anche più velocemente, già al quinto o sesto mese.

Dopo il parto la linea nigra scompare gradualmente da sola, senza l’uso di farmaci o trattamenti specifici. Come per la formazione, anche la sua scomparsa, ovvero schiaritura, varia da donna a donna. Per alcune può sparire nell’arco di un paio di mesi, per altre la completa eliminazione può impiegare quasi un intero anno.

Il consiglio che possiamo darvi è quello di mantenere la pelle elastica e idratata durante tutta la gravidanza applicando creme e oli naturali; in ogni caso rivolgetevi al vostro dottore per un suo più approfondito consiglio, anche nel caso in cui la linea nigra dovesse rimanere troppo a lungo.

Linea alba e linea nigra: cosa le distingue?

linea nigra e linea alba
Fonte: web

 

Una cosa da sapere è che spesso la linea nigra viene chiamata comunemente linea alba nonostante il suo colore scuro. Questo perché il segno cutaneo si forma lungo la linea alba, una struttura fibrotica composta prevalentemente da collagene che divide in due sezioni i muscoli addominali. Proprio in questa zona ha origine il fenomeno dell’iperpigmentazione, che è dovuto all’azione degli ormoni, e la manifestazione così del segno scuro sulla pelle. L’uso di entrambi i nomi è quindi giustificato dalla loro coincidenza.