logo
Stai leggendo: Cosa mettere (che sia davvero utile) nella lista nascita

Cosa mettere (che sia davvero utile) nella lista nascita

Da qualche anno la preferiscono moltissimi futuri genitori per evitare regali doppi o inutili, anche se non sempre è una scelta apprezzata dagli altri. Ma cos'è davvero utile mettere nella lista nascita, e quando dobbiamo iniziare a pensarci?
lista nascita

Da qualche anno a questa parte vediamo che sempre più future mamme decidono di optare per la lista nascita; un po’ la stessa logica che sta alla base della lista nozze, solo che stavolta gli oggetti che saranno inseriti al suo interno sono pensati, ovviamente, per il bebè. Questo perché, come ben sappiamo, i neonati hanno bisogno di molte cose, dall’abbigliamento alla mobilia per la camera fino, ovviamente, ad accessori come la carrozzina o il fasciatoio e, partendo dal presupposto che parenti e amici vogliano in qualche modo festeggiare il lieto evento con un dono, molti genitori si affidano proprio alla lista nascita. Per una semplice ragione.

A cose serve la lista nascita?

lista nascita a cosa serve
Fonte: web

La lista nascita si fa nei negozi di articoli di puericultura, ma anche su shop on line, selezionando ciò che si desidera per il neonato, in modo che anche i parenti più lontani possano acquistare facilmente un regalino.
Con la lista nascita si evita il rischio di ricevere regali doppi, tripli, oppure semplicemente inutili. Immaginate una mamma che si ritrova con due seggioloni, ad esempio, o con due fasciatoi! In questo modo amici e parenti che desiderano fare un regalo possono recarsi nel negozio – o chiedere informazioni, nel caso degli shop online – e vedere cosa ancora è segnato sulla lista nascita e cosa, invece, è già stato acquistato da qualcun altro.
Certo un rovescio della medaglia c’è: alcune persone potrebbero non apprezzare l’imposizione e giudicare poco elegante la vostra scelta, oppure preferire prendere un pensiero fuori lista, in un altro negozio.

Quando fare la lista nascita?

quando fare la lista nascita
Fonte: web

Non c’è un tempo, ovviamente, per fare la lista nascita, ma certo è consigliabile, verso il 5° o 6° mese di gravidanza, iniziare a individuare quello che vi serve per l’arrivo del bebè: l’occorrente per il bagnetto e l’igiene, il sonno, i pasti, le passeggiate. Poi, verso il 7° mese, stilate concretamente la lista nascita in negozio o su Internet, per poi comunicarlo ad amici e parenti, per dare loro il tempo di valutare le varie proposte e di scegliere ciò che desiderano regalare. In questo modo avete due mesi di tempo per ricevere le cose essenziali per il vostro bambino… Già, ma quali sono?

Cosa mettere nella lista nascita?

 lista nascita cosa mettere
Fonte:web

Il vero dilemma è: cosa mettere nella lista nascita che sia davvero utile? Proviamo a fare chiarezza stilando un semplicissimo elenco.

L’abbigliamento per il neonato

Vi serviranno sicuramente magliette o body di cotone, a manica corta o lunga a seconda della stagione; per l’inverno vanno bene le magliette cotone dentro e lana fuori, oppure il caldo cotone. Preferite i body alle magliette perché non si sollevano e non lasciano scoperta la schiena. Evitate ricami, bottoncini e lacci, per non rischiare le irritazioni cutanee. Sì anche alle tutine di ciniglia, cotone felpato o cotone leggero a seconda della stagione – ma è sempre meglio evitare la lana a contatto diretto con la pelle, perché potrebbe provocare allergie, per via dei trattamenti chimici ai quali è sottoposta. Fatene scorta, perché rappresenteranno l’outift del vostro bambino per i primi mesi.
Ok anche a tuta imbottita da esterno (il cosiddetto eskimo), calzine in cotone per tutte le stagioni e calzine di lana anallergica, bavaglini, da comprare in abbondanza, prediligendo gli usa e getta per l’esterno.

La biancheria

Mettete in lista delle lenzuola per carrozzina, senza ricami, pizzi e nastrini, con un coprimaterassino impermeabile, per evitare che il materasso possa bagnarsi con la pipì. Poi lenzuola per lettino senza ricami, con coprimaterasso, una copertina piccola, in lana o in cotone leggero – dipende dalla stagione – da mettere nella carrozzina e per avvolgere il neonato quando si prende in braccio, una coperta da lettino, in cotone per la mezza stagione, mentre per l’inverno l’ideale è il piumino con copripiumino, generalmente abbinato al paracolpi da mettere intorno alle sbarre del letto. Sì anche all’accappatoio, che per i neonati è “a triangolo” senza maniche, con il solo cappuccio per avvolgerlo meglio.

L’attrezzatura per il neonato

Un capitolo a parte lo meritano gli accessori indispensabili per il neonato: carrozzina e passeggino
molto comodi sono i “trio”, che incorporano passeggino, navicella e seggiolino omologato per auto – culla, lettino, seggiolino auto, sdraietta, marsupio (o fascia porta bebè), seggiolone, seggiolino da adattare alla seggiola o al tavolo, fasciatoio, vaschetta per il bagnetto, più eventualmente il termometro per misurare la temperatura dell’acqua.

I prodotti per il bebè

In questa sezione dovete inserire bagnoschiuma e shampoo per bambini, meglio se poco schiumogeni (le sostanze che fanno schiuma non sono di origine naturale e seccano la pelle) e preferibilmente biologici, l’idratante per il corpo – non è indispensabile, ma può essere utile se la pelle appare arrossata o per fare un semplice massaggio – la spazzola per capelli e il pettinino con punte arrotondate, la forbicina stondata per tagliare le unghiette.

Fra gli altri accessori vari potete inserire in lista nascita il ciuccio, il biberon, il termometro per bambini, il cuscino da allattamento, lo scalda biberon, pannoloni – che hanno un costo piuttosto elevato e sono ovviamente indispensabili – e vari giochi e ninnoli per la nanna.

Rating: 3.0/5. Su un totale di 2 voti.
Attendere prego...