logo
Stai leggendo: Vaschetta bagnetto, come scegliere quella più adatta

Vaschetta bagnetto, come scegliere quella più adatta

Standard, da viaggio, con o senza supporto: a ciascun neonato (e alla propria mamma) la sua vaschetta per il bagnetto. Ecco le migliori in commercio
vaschetta bagnetto

L’apposita vaschetta per il bagnetto del neonato è un accessorio importante perché permette di provvedere in totale sicurezza e con efficacia alla pulizia del piccolo. Diversi sono i modelli disponibili in commercio, ce n’è per ogni tasca e per ogni esigenza. Insieme alla sicurezza del bambino, infatti, non si può non pensare anche allo spazio che si  ha a disposizione in casa, elemento che condiziona moltissimo la scelta.

Perché acquistare una vaschetta per il bagnetto?

Quello del bagnetto è un rituale importante nella routine giornaliera del bambino, necessario per la sua igiene, ma che va anche a rinsaldare il rapporto col genitore. La sicurezza del bambino è fondamentale, per questo acquistare una vaschetta studiata appositamente per accoglierlo è importante. Il piccolo nei primi mesi di vita ovviamente è incapace di provvedere da sé alla sua pulizia: in verità, non sa stare nemmeno seduto da solo.

Per questo una vaschetta a sua dimensione e provvista di sostegno è un valido aiuto per la mamma per procedere col bagnetto con serenità e per far stare sereno anche il bambino, magari inserendo anche qualche momento di gioco.

Tipologie di vaschette per il bagnetto

Tutti i modelli sono studiati per essere posizionati direttamente all’interno della doccia, così da poter essere tranquillamente acquistati anche dai genitori che in casa non posseggono la vasca. Ovviamente, le docce non sono tutte della stessa misura, quindi l’accortezza da avere prima di procedere all’acquisto è prendere le misure del piatto. Eventualmente, si può optare per un posizionamento direttamente a terra, sul pavimento del bagno. L’ultima moda, che si aggiunge alle tipologie più tradizionali, è la vaschetta a forma di vaso, dove il neonato si mette in posizione fetale.

Ecco alcune tra le tipologie di vaschette per il bagnetto che possiamo trovare in commercio:

  • vaschetta da viaggio: pieghevole o addirittura gonfiabile, è ideale in caso di spostamenti;
  • vaschetta standard: funge da riduttore per la vasca di casa, dove può essere posizionata in tutta sicurezza per procedere al bagnetto;
  • vaschetta con supporto: consente di posizionare la vaschetta sul pavimento o sul piatto della doccia;
  • vaschetta-vaso: non ha la classica forma allungata, ma riproduce l’accoglienza dell’utero materno, con una forma più alta che lunga. Insomma è più simile a un catino, una forma che consente al neonato di rimanere in posizione fetale, per lui più naturale e rilassante.

Vaschetta bagnetto: i consigli per la scelta

Ci sono diversi elementi da tenere presenti nella scelta, per evitare un acquisto azzardato e controproducente, non indicato alle proprie esigenze. Bisogna ragionare in termini di sicurezza, di igiene e di spazio, principalmente.

Le vaschette pieghevoli sono una buona soluzione non solo per i viaggi, ma anche quando si ha a disposizione poco spazio. La grandezza della vaschetta va tenuta in considerazione in relazione a dove verrà usata, se in doccia o in vasca da bagno, per esempio.

La forma preferita è soggettiva: ci sono bambini che amano l’acqua a cui una forma a vaschetta può piacere, altri invece che non si rilassano in posizione distesa, per cui può essere più idonea una vaschetta alta, dove stare in posizione fetale, come nella pancia della mamma.

Per la vasca esistono diverse tipologie, con e senza sagoma interna, utilissime per sostenere il bambino e procedere con grande sicurezza al lavaggio, concedendosi anche qualche momento di gioco senza impedimento alcuno.
Fino a sei mesi il bimbo può essere posizionato semidisteso, dai sei mesi in su si può invece sfruttare il supporto della sagoma per tenerlo seduto, senza farlo scivolare. Ma le vaschette per il bagnetto sono adattabili anche al piatto della doccia, alcune dotate anche di appositi cavalletti per consentire ai genitori di restare in piedi, senza doversi inginocchiare a terra, sforzando la schiena.

Vaschetta bagnetto: le 6 migliori

Ora che sono più chiare le diverse tipologie di vaschetta per il bagnetto e anche i punti da tenere presente prima dell’acquisto, ecco cosa offre il mercato e quali sono i prodotti più gettonati.

1. Vaschetta gonfiabile pieghevole

vaschetta bagnetto

Vaschetta da bagno gonfiabile realizzata in PVC standard europeo senza BPA, morbida e resistente, con design antiscivolo. Inoltre è pieghevole, facile da riporre e trasportare. Ideale per uso domestico e viaggi.
Acquista ora su Amazon.

2. Vaschetta OKBABY

vaschetta bagnetto

Design ergonomico per il mantenimento di una postura corretta del bambino, possiede seduta con gomma antiscivolo e tre punti d’appoggio: due ascellari e uno inguinale. Provvista di tappo per uno svuotamento più veloce.
Acquista ora su Amazon.

3. Vaschetta FASCOL

Vaschetta bagnetto

Vaschetta da bagno ergonomica per bambini da 0 ai 36 mesi, con supporto sedile, ripiani integrati per il sapone, tappo di scarico. Design pieghevole, flessibile per regolare l’altezza. Maniglie per il trasporto laterali per appendere e trasportare.
Acquista ora su Amazon.

4. Vaschetta con bilancia

Vaschetta bagnetto

Idonea fino ai 24 mesi, con supporto per il collo e base antiscivolo: prevengono lo scivolamento del bambino. Quando il bambino è capace di sedere da so0lo senza aiuto si può rimuovere il supporto. Bilancia integrata, che memorizza anche il peso precedente.
Acquista ora su Amazon.

5. Vaschetta Shnuggle

Vaschetta bagnetto

Utilizzabile da 0 a 12 mesi, è dotata di fondo sagomato e apposito supporto che porta la vaschetta a un’altezza ottimale per la schiena.
Acquista ora su Amazon.

6. Vaschetta RuiDaXiang

Vaschetta bagnetto

Vaschetta pieghevole con funzione “temperatura intelligente”.
Acquista ora su Amazon.

Rating: 5.0/5. Su un totale di 1 voto.
Attendere prego...